Folla sul lungomare di Napoli, il sindaco: “Solo lockdown o zona rossa impediscono alle persone di uscire”

Folla sul lungomare di Napoli, il sindaco: “Lockdown o zona rossa per impedire alle persone di uscire”, le parole di De Magistris.

napoli zona rossa lockdown
Folla sul lungomare di Napoli, il sindaco: “Lockdown o zona rossa per impedire alle persone di uscire”, le parole di De Magistris. (Fonte Facebook)

Dopo il nuovo dpcm, in vigore da venerdì 7 novembre, l’Italia è suddivisa in tre aree, in basa al livello di criticità e di rischio delle regioni che ne fanno parte. Zona rossa, arancione e gialla, in ognuna delle quali sono presenti misure restrittive differenti. Come precisato da Conte, non esistono zone verdi, poiché l’emergenza è presente in tutto il territorio italiano e nessuno ragione può ritenersi fuori dal problema. Tra le tre fasce, però, quella gialla è quella col rischio meno elevato: è lì che si trova anche la Campania. Il sindaco Luigi De Magistris, però, non sembra essere particolarmente d’accordo con la decisione. Soprattutto in ragione degli assembramenti che si stanno verificando, in questo week end, sul lungomare di Napoli. Complici le temperature primaverili, tantissima gente si è riversata nelle piazze e, in particolare, sul lungomare della città, a tal punto che il sindaco ha deciso di dire la sua.

Folla sul lungomare di Napoli, il sindaco: “Lockdown o zona rossa per impedire alle persone di uscire”, De Magistris fa chiarezza

Attraverso il suo canale Facebook, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris si è espresso sugli episodi di assembramento verificatisi in questo weekend nel capoluogo campano. Secondo De Magistris, solo un lockdown potrebbe impedire ai cittadini di affollare la città, come accaduto in questi giorni. E chiama in gioco il presidente della Regione Vincenzo De Luca: “Solo il lockdown o la zona rossa impediscono alle persone di uscire, ma solo il presidente del Consiglio dei Ministri può deliberare questo. Cosi come la zona rossa di una Regione o di una o più città può adottarla anche il presidente della Regione“.E il sindaco di Napoli si è espresso anche sulla scelta di inserire la Campania nella zona gialla, nonostante la situazione degli ospedali campani sembra essere davvero drammatica: “Probabilmente chi ha dichiarato la Campania zona gialla ha sbagliato forse anche perché tratto in errore dai dati non attuali, precisi e corretti forniti dagli uffici regionali.”

Una situazione non delle migliori, insomma, quella che sta vivendo la Campania. Che, ricordiamo, come tutte le altre regioni, potrebbe “cambiare” fascia se, per almeno 15 giorni, presenta condizioni stabili che non rientrano più nella fascia attuale, ma necessitano di misure più o meno stringenti. Il livello di criticità di ogni regione sarà analizzato settimana dopo settimana.

  • Per restare sempre aggiornato, seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI