Conte non ci sta: “Sta passando un messaggio sbagliato”

Giuseppe Conte non ci sta e tiene a precisare che sta passando un messaggio sbagliato su quanto è stato fatto dal Governo la scorsa estate

Conte messaggio
Giuseppe Conte spiega che sta passando un messaggio sbagliato

Tante, tantissime le polemiche negli ultimi giorni sul Governo italiano, sul nuovo Dpcm ed il coprifuoco. Anzi, in realtà, non solo polemiche ma vere e proprie proteste con migliaia di persone che scendono in piazza per manifestare il proprio dissenso circa le ultime decisioni. Il Governo, e pertanto possiamo citare il Premier Giuseppe Conte, ad ogni modo, si sta sforzando di trovare la soluzione ad un problema che ha visto coinvolto il mondo intero. E, se in alcuni paesi pare si stia arrivando ad una soluzione, in Italia si è ancora in piena emergenza. Ancora muoiono centinaia di persone dopo il primo lockdown e dopo l’estate. Anzi, è proprio su questo aspetto che il premier Conte si è concentrato nella lettera aperta che ha inviato a Repubblica.

Conte non ci sta, il messaggio è sbagliato: “Il Governo non è andato in vacanza in estate”

Il presidente del consiglio italiano, Giuseppe Conte, risulta sereno e tranquillo per il suo operato. Soprattutto per quello che riguarda quanto è stato fatto in estate. “Nessuno è andato in vacanza”, ha spiegato Conte. La lettera inviata a Repubblica contiene molte considerazioni del Premier. Eccone alcune: “Non posso accettare che passi il messaggio di un presidente e di un governo che hanno abdicato ai propri doveri approfittando della pausa estiva, che un solo weekend passato al mare o una singola cena a margine di un appuntamento istituzionale vengano così strumentalmente sottolineati”. 

Il Premier spiega, inoltre, che se adesso si è riusciti ad evitare un nuovo lockdown generale è proprio grazie all’impegno profuso in estate dal Governo. Nonostante ciò, ribadiamo, l’Italia si trova in una condizione al limite. L’Ordine dei Medici, a tal proposito, ha fatto sapere con urgenza che serve un lockdown nazionale perché gli ospedali sono sovraffollati e in alcuni casi non si riesce a far fronte a delle situazioni di emergenza.

  • Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui