Coronavirus, caos Campania: il ministero manda gli ispettori

La Campania è nel caos, il ministero ha mandato gli ispettori per valutare la situazione Coronavirus: quando arriverà la decisione

coronavirus campania
Coronavirus, Campania nel caos: cos’è successo (Fonte: Pixabay)

L’ultimo dpcm firmato dal premier Conte per arginare il pericolo Coronavirus ha diviso l’Italia in zone in base al grado di diffusione del virus. Le zone più a rischio, come Lombardia e Piemonte, sono state inserite nella zona rossa; quelle con una criticità media sono state inserite nella zona arancione; mentre quelle con una bassa criticità nella zona gialla. Non esiste alcuna zona verde, il virus è diffuso in tutto lo Stivale. La Campania è stata inserita, con sommo stupore da parte di tutti, nella zona gialla. Nei prossimi giorni, però, potrebbe finire nella zona arancione o addirittura nella zona rossa.

Coronavirus, Campania nel caos: ispettori a lavoro

La Campania da zona gialla potrebbe presto diventare zona arancione o addirittura zona rossa. La regione è totalmente nel caos. I dati sulla diffusione del virus e soprattutto sulla situazione negli ospedali sono poco chiari. Per questo motivo, il ministero della Salute ha mandato gli ispettori nella regione governata da De Luca per avere un quadro preciso in vista di una decisione sulla fascia in cui deve essere posta la Regione. I tecnici inviati da Roma stanno analizzando la mole dei dati per capire se si è creata una falla nella raccolta e nella trasmissione e se il flusso dei dati è stato messo insieme correttamente. Il problema non è soltanto l’Rt, ovvero l’indice di contagio, né tanto meno il numero di positivi al Coronavirus, per avere un quadro epidemiologico più chiaro occorre valutare anche lo stress del sistema ospedaliero.

Gli ispettori mandati dal ministero della Salute stanno valutando la situazione della Campania e la decisione potrebbe slittare e arrivare addirittura domani. Si valuta anche una zona rossa in parte, ovvero a Napoli e Caserta.