Anziano morto al Cardarelli, De Luca rompe il silenzio: tutta la verità

Il governatore Vincenzo De Luca rompe definitivamente il silenzio sull’anziano morto al Cardarelli: ecco tutta la verità

anziano cardarelli de luca
Anziano morto al Cardarelli, la verità raccontata da De Luca (Fonte: Facebook)

Nelle ultime ore è divenuto virale sui social un video girato da un paziente all’ospedale Cardarelli di Napoli. Nel filmato si intravede un anziano deceduto in bagno. Il filmato, abbastanza crudo, ha fatto molto scalpore. A distanza di quasi ventiquattro ore dalla diffusione del filmato, Vincenzo De Luca ha rotto definitivamente il silenzio, raccontando tutta la verità.

Anziano morto al Cardarelli, De Luca rompe il silenzio: le sue parole

Il governatore De Luca, attraverso i suoi canali social, rompe definitivamente il silenzio riguardo al filmato girato nelle ultime ore dell’anziano deceduto in bagno al Cardarelli. Il presidente della Regione Campania ha spiegato che il paziente, di 84 anni, “affetto da diabete, ipertensione, aneurisma all’aorta addominale, e già sottoposto in precedenza a intervento di laringectomia, si è alzato dalla barella ed è andato in bagno. Dopo dieci minuti, l’infermiere, preoccupato del ritardo, è andato a verificare e ha trovato l’uomo riverso a terra privo di vita. Quindi si è allontanato per prendere la lettiga”. Nel frattempo, un altro paziente ha ripreso la scena con il cellulare, girando il video sui social, divenuto poi tristemente virale. De Luca ha poi aggiunto che l’autore del video, contro il parere dei medici, avrebbe abbandonato l’ospedale.

Il presidente De Luca ha espresso solidarietà nei confronti della famiglia dell’anziano deceduto e poi ha aggiunto: “Ho invitato il Direttore Generale del Cardarelli a esprimere il mio apprezzamento, per il lavoro straordinario che fanno da sempre, a medici e infermieri di quel Pronto Soccorso. Ho invitato inoltre il Dg a denunciare l’esecutore dell’ignobile video […] Infine, ho dato mandato agli uffici regionali di procedere legalmente contro il consulente del Ministro della Salute, il sig. Ricciardi”.