Coronavirus, la splendida iniziativa a Napoli: nasce il ‘tampone sospeso’

Coronavirus, nasce una magnifica iniziativa a Napoli: è nato il ‘tampone sospeso’ per tutte le persone in difficoltà. 

tampone sospeso napoli
Nasce il ‘tampone sospeso’ a Napoli: la magnifica iniziativa dei napoletani

Il Coronavirus continua a mettere in ginocchio i cittadini del mondo: la pandemia che si è diffusa in tutto il pianeta continua a fare vittime ed è per questo motivo che il governo ha aggiunto nuove misure restrittive volte a limitare l’ulteriore diffusione del virus. Alcune restrizioni non permettono a tutti di lavorare e così oltre alla crisi sanitaria, in molti combattono anche contro la crisi economica. C’è una notizia arrivata poco fa che riguarda una magnifica iniziativa a cura della Fondazione San Gennaro e dell’associazione Sanità Diritti in Salute, a Napoli. La generosità e l’inventiva dei napoletani non ha mai fine, neanche in un periodo così buio come quello che vivono tutti. Sentite cosa è nato nel Rione Sanità.

Coronavirus, la splendida iniziativa a Napoli: nasce il ‘tampone sospeso’

A Napoli arriva il ‘tampone sospeso’: si tratta di un’iniziativa che richiama quella tradizionale, ‘caffè sospeso’. La generosità dei napoletani è ben nota a tutti: in molti bar di Napoli viene offerto il caffè a chi non può permetterselo. Stesso discorso varrà per il tampone anti Covid. Il tampone sospeso permetterà, a chiunque lo voglia, di pagare un tampone a prezzi popolari, a coloro che non possono permetterselo ma che per un motivo o per un altro sono costretti a sottoporsi al test. L’iniziativa è nata dalla Fondazione San Gennaro e dall’associazione Sanità Diritti in Salute e prenderà il via al Rione Sanità, un quartiere di Napoli. La notizia la riporta il portale Fanpage.

Non si tratta della prima iniziativa nata durante il periodo di emergenza Covid. “Nessuno si salva da solo” è un altro progetto nato dalla Fondazione di Comunità San Gennaro ONLUS ideato per sostenere le famiglie più vulnerabili durante l’emergenza sanitaria. La Fondazione, insieme ad altre Parrocchie, ha fornito alle famiglie in difficoltà cibo e farmaci.