Coronavirus, il protocollo per la cura domiciliare: in arrivo il documento

Il Coronavirus ha reso necessarie misure restrittive importanti in tutta Italia e sta mettendo a dura prova gli ospedali: in arrivo il protocollo per la cura domiciliare, i dettagli.

Coronavirus cura domiciliare
Coronavirus, protocollo per la cura domiciliare: in arrivo il documento (fonte getty)

Ne aveva parlato appassionatamente Matteo Salvini e adesso pare che il documento sarebbe in arrivo. Un protocollo per la cura domiciliare, dove possibile ovviamente, del Coronavirus. Come riporta Il Fatto Quotidiano, sarebbe in realizzazione un documento, un protocollo contenente le linee guida necessarie per la gestione dei malati di Coronavirus che possono essere curati presso le loro abitazioni. A tal proposito è intervenuto il Presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, che avrebbe anche contribuito a redigere il documento. Secondo Locatelli, il ruolo dei medici generici è “cruciale” per la gestione dei malati. Il protocollo sarà esaminato proprio i medici per valutarne l’efficacia e fornirà linee guida per quanto concerne la terapia e il monitoraggio dei contagi.

Coronavirus, il documento che regola la cura domiciliare

Il Presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, come riportato da Il Fatto Quotidiano, avrebbe parlato di questa necessità. Questo durante la conferenza stampa al Ministero della Salute. Riuscire a stabilire una serie di direttive terapeutiche per quei pazienti affetti da Coronavirus che possono però essere curati a casa, sarebbe un grande passo avanti. Questo perché farebbe calare la pressione sugli ospedali che, in alcune zone, si trovano in una vera e propria situazione di emergenza. Nella bozza del documento, si potrebbero già leggere alcuni punti chiave. Come la misurazione a intervalli dell’ossigeno, la raccomandazione di non assumere medicinali senza il consulto medico e ci sarebbe l’invito ” a non usare l’idrossiclorochina” . Il protocollo fornirebbe linee guida anche per quanto concerne antibiotici, cortisone ed eparina. Al momento, il documento è in attesa di valutazione e dovrebbe poi essere approvato ed essere di sostegno ai medici generali nell’assistenza dei pazienti.

Saturimetro
La misurazione dell’ossigeno sarebbe uno dei punti importanti per la cura a domicilio (fonte getty)

Resta fondamentale, come ormai da mesi, evitare il rischio di contagio rispettando le norme stabilite dalla sanità.

Seguite anche il nostro profilo Instagram: qui