Fabrizio Corona shock: “Tanti mi vorrebbero morto”, lo sconvolgente retroscena

Le rivelazioni shock di Fabrizio Corona in un’intervista al Corriere della Sera, dove racconta sé stesso e l’inferno vissuto.

Fabrizio Corona shock
Fabrizio Corona shock: “Tanti mi vorrebbero morto”, il retroscena inaspettato (Instagram)

Fabrizio Corona si confessa al Corriere della Sera e parla di sé stesso e della sua autobiografia appena uscita col nome di “Come ho inventato l’Italia”, pubblicata con la Nave di Teseo. L’imprenditore risponde alle domande di Candida Morvillo e, nonostante gli avvenimenti dolorosi che ne hanno costellato l’esistenza, l’autoritratto che ne risulta lascia trasparire il suo temperamento che non sembra affatto cambiato: “Se non fossi un dio, ora sarei, brutto, grasso, finito. Invece, continuo ad andare in tv e fare cinque punti di share, ogni anno faccio un marchio diverso e la gente lo compra e, se non fossi ai domiciliari, sarei ancora il più richiesto nei locali. Se tornassi a fare Fabrizio Corona sarei ancora un uomo da tre milioni di euro l’anno”.

Fabrizio Corona, il retroscena shock su un presunto omicidio commissionato ai suoi danni

Durante l’intervista emerge la storia di un presunto omicidio commissionato ai suoi danni: due albanesi un giorno sarebbero arrivati nel suo ufficio per regolare i conti su una somma di denaro di cui sarebbe stato debitore un tale dall’identità sconosciuta. In base al racconto di Corona, ci sarebbe stata una rissa e gli albanesi sarebbero scappati. A questo punto, l’ex di Belen Rodriguez avrebbe ricevuto la soffiata sull’acquisto di una pistola che sarebbe servita, secondo la sua versione, a gambizzarlo. L’episodio riporta inevitabilmente alla memoria gli anni trascorsi in carcere e i criminali che Fabrizio è stato costretto a conoscere e che saprebbero dove trovarlo: “Ho fatto sei anni di carcere, anche in quelli di criminali efferati, gente di cui ho dovuto essere amico per salvare la pelle e che, quando escono, sanno dove trovarmi. Ora, magari arrivano e dicono: prestami diecimila euro. E io: ‘sto cavolo. E questa è gente che se la prende. Tanti mi vorrebbero morto”.

Fabrizio Corona shock
Fabrizio Corona shock: “Tanti mi vorrebbero morto” (Instagram)

Di sé stesso, Corona afferma: “Non sono mai stato un criminale, sono un furbo navigato che non ha fatto male alla povera gente, ma ha sfruttato e fregato un sistema già di per sé corrotto”.

 

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui