Coronavirus, splendida notizia sul vaccino: anche Moderna ha superato la fase 3

Arriva una splendida notizia sul vaccino anti-Coronavirus: anche Moderna ha superato la fase 3 con il 94,5%

coronavirus vaccino moderna
Coronavirus, il vaccino Moderna ha superato la fase 3 (Fonte: Pixabay)

La seconda ondata di Coronavirus ha colpito l’Italia. Il virus, dopo una piccola pausa nei mesi estivi, dove ha assunto una carica virale molto bassa, è tornato alla carica in autunno. La seconda ondata sembra addirittura ancora più aggressiva della prima, verificatasi tra fine febbraio e inizio marzo. I focolai ormai sono sparsi per tutto il paese. Le terapie intensive sono nuovamente affollate e le strutture sanitarie sembrerebbero già al collasso. Il governo sta cercando di porre un rimedio e l’obiettivo resta quello di evitare un nuovo lockdown. Una chiusura generale, infatti, causerebbe la crisi dell’economia italiana.

Coronavirus, il vaccino Moderna supera la fase 3

Il Coronavirus torna a far paura. L’unica speranza è rappresentata dal vaccino. Il farmaco studiato dalle aziende Pfizer e BionTech ha superato la fase 3 e sembrerebbe abbastanza efficace. Le prime dosi potrebbero arrivare verso la fine dell’anno, mentre in Italia dovrebbero arrivare in primavera. C’è un altro vaccino, però, che ha superato la fase 3. Dopo Pfizer, infatti anche Moderna ha registrato risultati estremamente incoraggianti nella sperimentazione in Fase 3 sul vaccino anti-Covid. Un’analisi provvisoria ha rilevato che il vaccino ha un’efficacia del 94,5%. L’azienda ha detto che ora prevede di chiedere al regolatore americano, la Food and Drug Administration, l’autorizzazione all’uso d’emergenza nelle prossime settimane. Il vaccino Moderna non dovrebbe essere disponibile al di fuori degli Stati Uniti fino al prossimo anno. L’azienda ha detto che spera di produrre da 500 milioni a un miliardo di dosi a livello globale l’anno prossimo.

coronavirus vaccino
Il vaccino rappresenta l’unica speranza contro il Covid-19 (Fonte: Pixabay)

Sul fronte europeo, invece, l’Ema (Agenzia europea del farmaco) ha iniziato ad analizzare i dati del vaccino sviluppato da Moderna Biotech Spain. L’Ema valuterà il vaccino come fatto, ad inizio ottobre, per il vaccino anti-Covid-19 messo a punto da AstraZeneca e dall’università di Oxford.