Patrizia De Blanck, retroscena terribile sulla figlia Giada: le sue parole

Patrizia De Blanck racconta un retroscena terribile capitato alla figlia Giada: ecco le parole della contessa

patrizia de blanck figlia retroscena
Patrizia De Blanck, retroscena terribile: cos’è successo alla figlia Giada (Fonte: Screen Mediaset Play)

Patrizia De Blanck è la discendente di una nobile famiglia veneziana. Suo padre è Guillermo De Blanck y Menocal, ambasciatore di Cuba. La contessa è divenuta famosa in televisione, esordendo negli anni Sessanta come valletta a “Il Musichiere”. In seguito ha partecipato ad alcuni reality show, tra cui “L’Isola dei Famosi” nel 2008 insieme alla figlia Giada De Blanck. Di recente, invece, è entrata nel cast della quinta edizione del “Grande Fratello Vip”.

Patrizia De Blanck, il retroscena terribile sulla figlia Giada

Patrizia De Blanck è senza ombra di dubbio uno dei concorrenti più carismatici del GF VIP 5. Il suo personaggio è destinato a dividere il pubblico. Da una parte c’è chi la ama per il suo carattere irriverente e spontaneo, dall’altra invece c’è chi non l’apprezza. Riguardo al discorso del parere del pubblico, gli altri concorrenti del reality show hanno fatto notare alla contessa come lei sia amata dal pubblico, ma lei ha messo in dubbio queste parole. La De Blanck, infatti, ha svelato un retroscena terribile capitato alla figlia Giada: “Io amata? Non saprei. A mia figlia hanno mandato una bara con scritto ‘questa è per tua madre’“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @patriziadeblanckofficial

Un episodio terribile, frutto della cattiveria degli haters. I coinquilini hanno cercato di rassicurare Patrizia De Blanck, dicendole che gli haters attaccano tutti, anche quelli che all’apparenza sembrano molto amati. La contessa, secondo i suoi coinquilini, non se ne deve curare del parere di qualche maldicente, anzi, deve apprezzare quella fetta di pubblico che la ama e la sostiene in questa esperienza. La De Blanck, nonostante i numerosi acciacchi, resiste nella casa più spiata d’Italia, dando prova di grande coraggio e soprattutto determinazione.