Covid, Carlo Conti: ‘È un virus subdolo’, il racconto da brividi sui giorni in ospedale

Carlo Conti è ritornato a parlare del Covid e della sua esperienza in ospedale: le sue parole sono davvero da brividi, ecco tutti i dettagli. 

Covid Carlo Conti
Carlo Conti racconta i suoi in ospedale per Covid: il racconto a ‘Oggi è un altro giorno’. Fonte Foto: screenshot video

È in attesa dell’ultimo tampone, Carlo Conti. Eppure, può dire di essere completamente fuori pericolo. Sappiamo benissimo che dopo aver contratto il Covid, la colonna portante di Tale e Quale Show è stato ricoverato per alcuni giorni. Le sue condizioni, come raccontato diverse volte anche dal diretto interessato, non sono mai apparse preoccupanti. Tuttavia, si è ritenuto necessario il ricovero. Ecco, ma cos’è successo esattamente? Quali sono stati i sintomi che hanno fatto scattare il campanello d’allarme? Come ha potuto contrarlo, dato che ha sempre dichiarato di essere stato sempre molto attento? A rivelare ogni cosa è stato il diretto interessato. In un suo recentissimo intervento alla trasmissione di Rai Uno, ‘Oggi è un altro giorno’, il simpaticissimo ed apprezzatissimo conduttore televisivo ha raccontato a Serena Bortone, ed ovviamente a tutti i suoi ospiti e al suo pubblico, quei giorni in ospedale durante i quali, come raccontato dal diretto interessato, si è armato di santa pazienza. Ed ha sperato ed aspettato che i medicinali datigli in ospedale facessero l’effetto giusto. Bando alle ciance! Ecco tutti i dettagli.

Carlo Conti racconta i suoi in ospedale per Covid: parole da brividi in diretta

‘Bisogna stare attenti. È un virus molto subdolo’, ha detto Carlo Conti, in diretta a ‘Oggi è un altro giorno’, per raccontare la sua esperienza a ‘stretto contatto’ con il Covid. Attualmente, come dicevamo precedentemente, il conduttore è in attesa dell’ultimo tampone, eppure il simpatico toscano può dire chiaramente di aver superato il peggio. Ovviamente, le sue condizioni di salute non sono mai apparse fuori controllo. Anche perché, come raccontato dal diretto interessato, i sintomi che lui stesso ha avvertito sono stati: febbre, per qualche giorno, tosse e una bassa presenza di ossigeno, tra i 91 e i 92, nei suoi polmoni. ‘Dopo la prima diretta di Venerdì’, prima della quale stavo bene, avevo solo qualche piccolo dolore e poco altro, mi hanno visitato e mi hanno portato in ospedale. Dove si sono accorti, facendomi la Tac che il virus stava intaccando il polmone’, ha raccontato Carlo Conti a Serena Bortone. Un racconto davvero da brividi, c’è da ammetterlo. Ma che, tuttavia, serve per far capire quanto questo virus sia reale. E di quanto esso, purtroppo, possa intaccare chiunque: dal più giovane al più anziano. Quindi, l’unica cosa da fare è stare attenti. Ed, ovviamente, continuare ad utilizzare tutti gli accorgimenti utili ed indispensabili che servono a limitare la diffusione del contagio.

Covid Carlo Conti
Fonte Foto: screenshot video

‘Da domani posso rientrare in comunità’, conclude Carlo Conti. Spiegando, inoltre, di essere in attesa dell’ultimo tampone. Ma che, ovviamente, non vede l’ora di abbracciare sua moglie e suo figlio.

I giorni in ospedale

‘È stata una settimana difficile, intensa e particolare. Perché il pensiero andava a mia moglie e mio figlio con la speranza che loro non fossero positivi’, ha iniziato a dire Carlo Conti in merito ai suoi ben sette giorni ricoverato. Ma non solo. Perché, come ha voluto sottolineare e raccontare, in quella settimana è stato ‘coccolato’ da una serie di attenzioni dello staff medico, infermieri ed operatori sanitari. ‘Quel mestiere è una missione. Devi metterci il cuore’, ha continuato a dire il conduttore.