Raffaella Carrà celebrata da Il Guardian: “Stavolta la carrambata l’hanno fatta a me”

Raffaella Carrà dal The Guardian è stata descritta come la pop star italiana che “ha insegnato all’Europa la gioia del sesso”. Ecco i motivi di tale omaggio e come ha reagito la splendida Carrà. 

raffaella carrà guardian
La celebre Raffaella Carrà celebrata dal portale britannico: ecco la reazione della pop star

Il ‘The Guardian’, la testata britannica più famosa, ha celebrato i 60 anni di carriera di Raffaella Carrà. In occasione del musical ‘Explota Explota’ diretto da Nacho Alvarez sulle note dei brani più famosi della pop star italiana, il quotidiano l’ha omaggiata. Raffaella Maria Roberta Pelloni, il suo nome di battesimo, è stata descritta come colei che ha insegnato all’Europa la gioia del sesso. La Raffa diventa star nazionale ed ha conquistato quindi anche la famosissima testata inglese. Dagli anni ’50 in poi Raffaella ha regalato danza, voce e recitazione: ha avuto un grandissimo successo nel mondo della musica, della cultura pop. Ma perché le hanno attribuito proprio questo titolo? Ecco i segreti sulla carriera della famosa cantante.

Raffaella Carrà celebrata da Il Guardian: “Stavolta la carrambata l’hanno fatta a me”

Ha insegnato all’Europa la gioia del sesso” scrive il famoso portale britannico, The Guardian. Il quotidiano ha elogiato la famosa Raffaella Carrà in occasione dei suoi 60 anni di carriera. Il talento dal caschetto biondo ha iniziato la sua carriera negli anni ’50 ed ha influenzato la musica italiana, la cultura pop. L’interprete di ‘Tuca Tuca’ e ‘A far l’amore comincia tu’ ha lanciato, negli anni ’70, un nuovo stile di showgirl, moderna ed elettrizzante. E’ stata la prima donna italiana a ‘fare scandalo’ per aver mostrato in tv l’ombelico. Nella sigla d’apertura di ‘Ma che Musica Maestro’ la Carrà scopriva la pancia e l’episodio fece aumentare a dismisura i numeri di ascolto. Da quel momento diventò la nuova stella dello spettacolo italiano. A fine anni ’70, in “Tanti auguri”, suo celebre brano, Raffaella cantava un inno all’amore, al sesso, libero e spensierato. The Guardian racconta la Carrà spiegando che grazie a lei l’intrattenimento italiano si era arricchito di energia. Il portale britannico conclude scrivendo: “Oggi, in mezzo a canzoni sessualmente esplicite come WAP o Side to Side, sollecitare il piacere del sesso sembra abbastanza semplice. Ma lei è stata una pioniera che ha aiutato le persone a vivere vite più appaganti, usando ritmi a cui nessuno può resistere con il sangue nelle vene“.

La reazione della ‘pop star italiana’

A riportare la reazione per tale riconoscimento della Carrà è l’ANSA. Ecco le parole di Raffaella: “Stavolta la carrambata l’hanno fatta a me! Sono sorpresa, non mi aspettavo un tale riconoscimento… mi ha davvero colpita! Son naturalmente onorata dal fatto che Nacho Alvarez abbia scelto proprio le mie canzoni per la sua Opera Prima… un cast sfavillante, tutti molto bravi e pieni di energia. Non nascondo che, quando ho visto il film e ho sentito le mie canzoni cantate da altri artisti, mi ha fatto un certo effetto, non capita spesso nei vari talent di sentirle riproporre”.