Coronavirus, Zangrillo: “Fase nuova negli ospedali, questa malattia si cura”

Coronavirus, il professor Alberto Zangrillo: “Fase nuova negli ospedali, questa malattia si cura”, parole rassicuranti.

coronavirus zangrillo
Coronavirus, il professor Alberto Zangrillo: “Fase nuova negli ospedali, questa malattia si cura”, parole rassicuranti. (Fonte Instagram)

Intervistato da Il Corriere della Sera, il professor Alberto Zangrillo ha fatto il punto della situazione sull’andamento dell‘epidemia di Covid 19 nel nostro Paese. Il prorettore dell’Università Vita Salute San Raffaele ha sottolineato come da qualche giorno negli ospedali sia iniziata una ‘fase nuova’: “Arriva meno gente e i pronto soccorso lavorano meglio, riuscendo a drenare meglio i pazienti tra dimissioni e quelli che devono entrare nei reparti.” Il professore però non nega che nei giorni scorsi la situazione è stata molto delicata. In seguito, le sue parole nel dettaglio.

Coronavirus, Zangrillo rassicura: “Fase nuova negli ospedali, questa malattia si cura”,

Parole piuttosto rassicuranti, quelle del professor Zangrillo rilasciata a Il Corriere della Sera. Il prorettore dell’Università Vita Salute San Raffaele ha sottolineato come, in questa fase, stia aumentando il numero dei guariti: “Perché questa è una malattia che si cura”. Zangrillo non ha però negato che nelle scorse settimane ci siano stati momenti davvero duri, in cui è stato necessario riorganizzare la logistica delle strutture ospedaliere, per gestire al meglio pazienti Covid e quelli con altre patologie. “Ci sono stati giorni complicati, con una sorta di imbuto. Ora però assistiamo ad un’evoluzione importante anche per quanto riguarda i malati più gravi. Molti quadri clinici evolvono meglio rispetto alla scorsa primavera.”

(Fonte Google)

Nonostante questo, però, l’emergenza sanitaria nel nostro Paese resta ancora viva e i dati epidemiologici restano preoccupanti. L’Italia, al momento, prosegue con la suddivisione del territorio in tre aree, rossa, gialla e arancione, a seconda del livello di criticità di ogni singola regione. Resta da capire cosa accadrà dopo il 3 dicembre, ultimo giorno in cui sarebbero in vigore le misure restrittive imposte con l’ultimo dpcm. Con le festività natalizie alle porte, l’obiettivo è cercare di favorire quanto più possibile la ripresa economica, senza però gravare in modo drastico sulla situazione contagi. Nei prossimi giorni arriveranno aggiornamenti sui possibili nuovi provvedimenti.

  • Per restare sempre aggiornato, seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI