“Sarà l’ultimo Natale col Covid”: l’annuncio di Richeldi (Cts) in vista delle festività

“Sarà l’ultimo Natale col Covid”: l’annuncio di Richeldi (Cts) in vista delle festività; ecco le sue dichiarazioni.

covid natale
“Sarà l’ultimo Natale col Covid”: l’annuncio di Richeldi (Cts) in vista delle festività; ecco le sue dichiarazioni. (Fonte Google)

Le festività di Natale sono alle porte e in tanti si chiedono cosa sarà possibile fare e cosa invece sarà vietato, secondo le misure restrittive presenti sul nostro territorio. Attualmente, l’Italia è divisa in tre aree, rossa, arancione e gialla, in base ai dati epidemiologici e al livello di criticità delle singole regioni. Ogni zona ha le sue misure restrittive, che resteranno in vigore fino al 3 dicembre, secondo l’ultimo dpcm. Ma come sarà il Natale che sta per arrivare? Non come quello a cui siamo abituati. A sottolinearlo è stato Luca Richeldi, presidente della Società Italiana di pneumologia, primario al Policlinico Gemelli di Roma e componente del Comitato Tecnico Scientifico (Cts). Al Corriere della sera, Richeldi sottolinea che non ci sarà un ‘liberi tutti’ a dicembre, ma le restrizioni e i sacrifici di questi mesi faranno sì che questo sarà l’ultimo Natale col Covid. In seguitò, le sue parole nel dettaglio.

“Sarà l’ultimo Natale col Covid”: l’annuncio di Luca Richeldi (Cts) sulla situazione attuale

“Questo senso di responsabilità verso noi stessi e verso gli altri, i sacrifici e le privazioni a cui ancora ci sottoporremo, faranno in modo che questo sarà l’ultimo Natale così“. Queste le parole di Luca Richeldi, che sottolinea come le festività di Natale che stanno per arrivare saranno ben diverse da quelle degli anni passati. Ma le notizie che arrivano dal fronte vaccini e da quello dei farmaci antivirus sono incoraggianti: “Anche senza cenoni e senza abbracci, porteremo in famiglia lo spirito giusto, fatto di altruismo e condivisione”.

(Fonte Google)

Nonostante l’emergenza sia ancora viva e delicata, i segnali degli ultimi giorni sembrano essere incoraggianti: “Per i ricoveri in terapia intensiva, credo che già dalla prossima potremmo assistere ad una riduzione. I numeri sono ancora alti è vero ma non dobbiamo lasciarci prendere dallo spavento. Gli strumenti che abbiamo messo in campo stanno funzionando”, aggiunge Richeldi. Non ci resta che attendere i prossimi giorni per sapere quali saranno i nuovi provvedimenti attuati dal governo per il prossimo mese. Con le festività di Natale alle porte, l’obiettivo è favorire il più possibile la ripresa economica, senza gravare però sulla situazione contagi.

  • Per restare sempre aggiornato, seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI