Fabrizio Moro, il periodo buio da ragazzo: racconto drammatico

Il famosissimo cantante Fabrizio Moro da ragazzo ha vissuto un periodo davvero buio: il racconto drammatico svelato al settimanale DiPiù. Ha avuto gravi problemi con alcol e droga.

fabrizio moro ragazzo
Fabrizio Moro da ragazzo ha fatto abuso di alcol e droghe: il racconto drammatico al settimanale DiPiù

Fabrizio Moro è lo pseudonimo di Fabrizio Mobrici: il romano classe ’75 è un cantautore molto affermato in Italia. Ha vinto la sezione BIG del Festival di Sanremo nel 2018 con ‘Non mi avete fatto niente’ cantata in coppia con Ermal Meta. Fabrizio ha vinto tre Premi Lumezia, Roma Videoclip, un Venice Music Awards e due WIND Music Awards. Chi è che non si emoziona con le sue  canzoni? Nessuno! Sapete che il cantautore ha un passato difficile alle spalle? Sentite cos’ha raccontato in un’intervista a DiPiù.

Fabrizio Moro, il periodo buio da ragazzo: racconto drammatico

Fabrizio Moro in un’intervista al settimanale Di Più ha raccontato uno dei periodi più difficili della sua vita. A 18 anni ha iniziato ad uscire con amici ed ha iniziato a vivere una vita un po’ sbandata. Prendevo pasticche, tipo l’ecstasy, per ‘sballare’. E l’alcol scorreva a fiumi. Poi a 27 anni ho smesso”. Ha iniziato a stare male ed è stata la paura di non farcela a convincerlo a smettere. “Io sono un vigliacco, ho il terrore della morte. A un certo punto ho iniziato a stare male, mi sentivo debole. Sono andato a fare le analisi del sangue. E i risultati mi hanno spaventato“.

Quando ha capito che doveva disintossicarsi, è arrivata la paura di ammalarsi. “Ero ipocondriaco: non uscivo più di casa se non ero sicuro di andare in un luogo con vicino un ospedale” ha proseguito il suo racconto. Ha avuto così anche problemi a relazionarsi con il mondo esterno, aveva difficoltà anche con le donne: “E pure con le donne avevo problemi. Per paura delle malattie, non volevo più fare l’amore. Ho rinunciato al sesso per un bel po’“.