Covid, incontro Regioni-Governo: Vigilia di Natale, coprifuoco confermato

Conferenza delle Regioni e Governo confermano il coprifuoco per la Vigilia di Natale: ecco da che ora non si potrà più circolare.

Vigilia di Natale
Covid, incontro Regioni-Governo: Vigilia di Natale, il coprifuoco è confermato (Pixabay)

L’ipotesi di un coprifuoco posticipato alla Vigilia di Natale era stata presa in considerazione nel corso delle scorse settimane: si stava valutando la possibilità di ritardare fino a dopo la mezzanotte l’orario di chiusura generale per far sì che si potesse celebrare l’arrivo del Natale riunendosi con parenti, per poi tornare a casa dopo aver partecipato alla Messa di Natale. Dopo l’incontro tra le Regioni e i ministri Boccia e Speranza, però, tale ipotesi sembra scartata. Entro il 3 dicembre verrà emanato un nuovo dpcm che stabilirà le regole da seguire per queste feste natilizie e la riunione ha portato alla conferma del coprifuoco. Vediamo quindi cosa è stato deciso.

Vigilia di Natale e nuovo dpcm: com’è orientato il Governo

Il metodo adottato finora che prevede la divisione del territorio nazionale in zone rosse, arancioni e gialle in base al livello di rischio di contagio si sta dimostrando efficace, pertanto non è prevista alcuna modifica all’orario del coprifuoco alla vigilia di Natale. In tutta Italia sarà vietato circolare dalle 22 alle 5, tranne che se per ragioni di salute, necessità o lavoro. Il ministro agli Affari regionali Francesco Boccia avrebbe esposto la sua posizione ai governatori delle Regioni spiegando: “Seguire la messa, e lo dico da cattolico, due ore prima o far nascere Gesù bambino due ore prima non è eresia. Eresia è non accorgersi dei malati, delle difficoltà dei medici, della gente che soffre. Questa è eresia, non facciamo i sepolcri imbiancati. Papa Francesco ha dato un esempio bellissimo a tutti nella scorsa Pasqua, a partire dalla Via Crucis. Il Natale non si fa con il cronometro ma è un atto di fede”. Molto sentito anche il tema del turismo di montagna, che il Governo non intende consentire. Dalla Commissione europea si ribadisce ogni singolo Stato dovrà decidere il da farsi riguardo all’attività sciistica: “Le decisioni sullo sci sono di competenza nazionale. Il nostro ruolo è fare raccomandazioni sanitarie affinché le varie attività si svolgano in condizioni di sicurezza sanitaria”.

Vigilia di Natale Francesco Boccia
Covid, conferenza Regioni-Governo: Vigilia di Natale, coprifuoco confermato (Getty Images)

Una visione senza dubbio sensata che prende in considerazione molti fattori e che, ci auguriamo, possa rivelarsi utile a frenare questa seconda ondata.

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui