Zone rosse in Italia, cambia tutto: cosa accadrà dal 27 novembre

Zone rosse in Italia, cambia tutto: cosa accadrà dal 27 novembre, con l’arrivo del nuovo monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità.

zone rosse cambia tutto
Zone rosse in Italia, cambia tutto: cosa accadrà dal 27 novembre, con l’arrivo del nuovo monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità. (Fonte google)

Potrebbero esserci nuovi cambiamenti in Italia, già a partire da domani, venerdì 27 novembre 2020. Secondo quanto stabilito nell’ultimo dpcm, il nostro Paese è diviso in tre aree, sulla base della situazione epidemiologica e del livello di criticità di ogni singola regione. Zona rossa, arancione e gialla, ognuna caratterizzata da misure restrittive e regole differenti. Una suddivisione che, però, è in continua evoluzione: le situazioni delle regioni, infatti, sono continuamente monitorare dall’Istituto superiore della sanità. E, dopo l’ultima analisi, c’è la possibilità che alcune regioni cambino colore. 

Zone rosse in Italia, cambia tutto: quali regioni potrebbero cambiare colore

Con il nuovo monitoraggio dell’Iss, che si avrà domani 26 novembre, potrebbero arrivare anche importanti novità sulla mappa del Paese, momentaneamente suddiviso in tre zone, alle quali corrispondono misure restrittive adatte alla situazione. Novità che potrebbero riguardare, in particolare, due regioni, la Lombardia e il Piemonte. Due regioni attualmente in zona rossa, quella ritenuta maggiormente a rischio e con le regole più stringenti: nelle regioni ‘rosse’ è in vigore una sorta di secondo lockdown. Ebbene, da diversi giorni, i dati che provengono da queste regioni sono in netto miglioramento: c’è la possibilità che Lombardia e Piemonte passino dalla zona rossa a quella arancione, caratterizzata da regole meno severe. Al momento, chiaramente, si tratta di un’ipotesi: la conferma dovrà arrivare, come sempre, dal ministero della Salute.

(Fonte Google)

Una suddivisione in tre aree che, per ora, resterà in vigore fino al 3 dicembre, giorno in cui terminerà la valenza dell’ultimo dpcm. Cosa accadrà a partire dal 4 dicembre? Con le festività di Natale alle porte, l’idea del governo è quella di favorire il più possibile la ripresa economica, senza però gravare sulla situazione contagi. Non è possibile fare come a Ferragosto, il premier Conte lo ha chiarito più volte e per il periodo natalizio servirà un dpcm con misure create ad hoc. Una cosa è certa: non sarà un Natale normale, quello che ci apprestiamo a festeggiare.

  • Per restare sempre aggiornato, seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI