Coronavirus, la clamorosa proposta: “Scuole aperte anche il sabato e la domenica”

Coronavirus, la clamorosa proposta della ministra dei Trasporti Paola De Micheli: “Scuole aperte anche il sabato e la domenica”.

scuola
Coronavirus, la clamorosa proposta della ministra dei Trasporti Paola De Micheli: “Scuole aperte anche il sabato e la domenica”. (Fonte Google)

Studenti in classe anche il sabato e la domenica, così da consentire la didattica in presenza ma evitare assembramenti sui mezzi pubblici. È questa la proposta lanciata da Paola De Micheli, ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, intervistata da La Repubblica. Le folle sui mezzi pubblici agli orari di puntata rappresentano infatti uno dei problemi da affrontare, in questo periodo di forte emergenza sanitaria. Ecco le possibili soluzioni, illustrate dalla ministra.

Coronavirus,  “Scuole aperte anche il sabato e la domenica”: la proposta della ministra dei Trasporti

“Tra le 7 e le 9 di ogni mattina la metropolitana e gli autobus sono pieni, per poi viaggiare semivuoti dopo le 9,15. Dobbiamo spalmare l’entrata e l’uscita degli studenti sulle prime dodici ore della giornata”. Queste le parole della ministra Paola De Micheli, che definisce ‘insufficienti’ gli ingressi in classe diversificati solo fino alle ore 9 del mattino. Per la ministra, data la situazione di assoluta emergenza, si dovrebbe valutare l’ipotesi di far entrare gli studenti a scuola anche in tarda mattinata e di tenere le scuole aperte anche il sabato e la domenica. “Sono decisioni che vanno condivise con tutto il governo, ma dicevamo, siamo in emergenza e bisogna far cadere ogni tabù.” Una proposta forte, quella della De Micheli, che sottolinea l’importanza di restare con la capienza al 50% dei mezzi pubblici, almeno fino alla prossima estate.

(Fonte Google)

Bisognerà attendere i prossimi giorni per conoscere le nuove misure attuate dal governo, per quanto riguarda la scuola e tutti gli ambiti del nostro Paese. Paese che, fino al 3 dicembre, manterrà la suddivisione in tre aree, in base alla situazione epidemiologica e al livello di criticità delle singole regioni. Il nuovo dpcm entrerà in vigore dal 4 dicembre e, con il Natale ormai alle porte, sarà importante capire cosa sarà consentito e cosa, invece, sarà vietato nei giorni di festa.

  • Per restare sempre aggiornato, seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI