Covid, nuova ordinanza: cinque regioni cambiano colore

La nuova ordinanza del ministro Speranza prevede che da domani, 29 novembre, cinque regioni italiane cambino colore. Ecco quali.

Roberto Speranza colore regioni
Coronavirus, nuova ordinanza: cinque regioni cambiano colore (Getty Images)

Gli ultimi dati aggiornati sulla situazione epidemiologica in Italia registrano una situazione in lieve miglioramento, ma la guardia resta comunque alta. In molte regioni l’indice di trasmissibilità Rt a 1.08 con valori medi tra 1 e 1,25 resta un dato ancora preoccupante. Ieri erano 28.352 i contagi e 827 i decessi per Covid. Con la nuova ordinanza del ministro della Salute Speranza, domani 29 novembre cinque regioni passeranno ad un’altra fascia di colore: si tratta di Calabria, Lombardia, Piemonte che diventano zona arancione e Liguria e Sicilia che diventano area gialla. L’ordinanza sarà in vigore fino al 3 dicembre. Confermata zona rossa per Campania, Toscana e Valle d’Aosta; restano arancioni Emilia-Romagna, Marche e Friuli-Venezia Giulia.

Cinque regioni cambiano colore, Brusaferro: “Impianto in grado di modellare la curva”

Alberto Cirio, governatore del Piemonte, conferma la necessità di misure severe nonostante il passaggio a zona arancione: “per la seconda e terza media continuerà la didattica a distanza”, dichiara Cirio annunciando anche “misure anti-assembramento soprattutto per i centri commerciali”. “Il sacrificio è doloroso e non deve essere sprecato – spiega -. Vogliamo riaprire tutto e lo stiamo facendo, ma non possiamo permetterci di ripetere gli errori dell’estate”, ha detto il governatore. Come anticipato già su Twitter, il presidente Attilio Fontana, i sacrifici fatti dalla Lombardia hanno permesso di raggiungere risultati in base ai quali è stato reso possibile il passaggio della regione a zona arancione: “Grazie ai sacrifici dei lombardi, apprezzati i dati epidemiologici, ora siamo in zona arancione e potremo riaprire gli esercizi commerciali. A breve la decisione del governo”.

Covid colore regioni
Covid, nuova ordinanza: quali cinque regioni cambiano colore (Pixabay)

Fermamente convinto dell’efficacia del sistema attuale, il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Brusaferro: “Questo impianto che il nostro Paese sta adottando con il contributo delle regioni, dello Stato, di tutti gli organi che rappresentiamo, il commissario straordinario, il Cts, sta mostrando che è in grado di modellare la curva e rispondere con flessibilità da parte del servizio sanitario nazionale, e questo è figlio di un investimento, di una programmazione, di un impegno enorme”, ha detto nel punto stampa al ministero sul Monitoraggio Regionale della Cabina di Regia.

 

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui