Dpcm Natale, nuova stretta: cosa sarà vietato a partire dal 20 dicembre

Dpcm Natale, nuova stretta in vista delle festività: cosa sarà vietato a partire dal 20 dicembre.

dpcm natale
Dpcm Natale, nuova stretta in vista delle festività: cosa sarà vietato a partire dal 20 dicembre. (Fonte Google)

Le festività di Natale sono ormai alle porte e in tanti si chiedo cosa sarà consentito e cosa, invece, sarà vietato in questo particolare periodo caratterizzato dall’emergenza Covid. A partire dal 4 dicembre, data in cui non sarà più in vigore l’ultimo dpcm, nuove misure restrittive partiranno sul nostro territorio e, con ogni probabilità, riguarderanno anche i giorni di festa. Il nuovo dpcm, che sarà presentato al Parlamento mercoledì dal ministro della Salute, conterrà nuove regole anche per quanto riguarda gli spostamenti, che subiranno un’ulteriore stretta. Secondo le indiscrezioni che trapelano da Palazzo Chigi, come riporta Fanpage.it, l’intenzione è quella di bloccare lo spostamento tra regioni, anche se entrambe in zona gialla, ma non da subito. In seguito i dettagli.

Dpcm Natale, nuova stretta: vietato raggiungere le secondo case a partire dal 20 dicembre

Con ogni probabilità, non sarà possibile spostarsi tra regioni, anche se entrambe si trovano nell’area gialla del Paese, nel corso delle festività di Natale. Sarà però possibile farlo nei giorni precedenti al 20 dicembre. Il blocco, infatti, riguarderebbe il periodo compreso tra il 20 dicembre e il 6 gennaio e si estenderebbe anche allo spostamento verso le seconde case. Nel corso delle festività di Natale, infatti, non sarà possibile raggiungere la seconda casa se essa si trova in un’altra regione, anche se si tratta di uno spostamento tra due aree gialle. Anche in questo caso, l’ulteriore stretta dovrebbe partire dal 20 dicembre e avere validità fino al 6 gennaio.

(Fonte Google)

Per avere informazioni ufficiali bisognerà, quindi, attendere la giornata di mercoledì, in cui il ministro della Salute Roberto Speranza illustrerà il testo del nuovo provvedimento in Parlamento. Provvedimento in cui, tra le altre cose, dovrebbe essere confermato il divieto di uscire di casa a partire dalle ore 22.00, anche nei giorni di festa principali.

  • Per restare sempre aggiornato, seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI