Veera Kinnunen, la sofferenza che l’ha segnata: il racconto è da brividi

Veera Kinnunen, una delle ballerine più apprezzate di Ballando con le stelle, racconta a Di Più un dettaglio doloroso del suo passato.

Veera Kinnunen
Veera Kinnunen, la sofferenza che l’ha segnata: il racconto doloroso del suo passato (Instagram)

Per ‘Ballando con le stelle’ è ormai un pilastro, con la sua bravura contribuisce a rendere lo show del sabato sera condotto da Milly Carlucci uno spettacolo che conquista tutti, appassionati del ballo e non. Stiamo parlando di Veera Kinnunen, ballerina professionista di origine finlandese ma cresciuta in Svezia. E’ una delle insegnanti più amate del programma e il suo modo di approcciarsi con i concorrenti che ogni anno si mettono in gioco colpisce davvero tutti. Chi non ricorda l’incredibile bravura di Veera nell’insegnare le coreografie al suo allievo e vincitore di qualche edizione fa, Oney Tapia? Un lavoro incredibile ed eccellente, che fece amare Veera dal pubblico come professionista ma più di tutto come persona. Tanti successi nel passato della ballerina, ma anche un grande dolore vissuto durante l’adolescenza. Ecco di cosa si tratta.

Veera Kinnunen, il racconto drammatico del suo passato

Oltre a due splendidi occhi azzurri e a dei bellissimi capelli biondi, Veera ha anche un fisico perfetto per la danza. Non tutti sanno però che nel suo passato si nasconde un dolore che ha segnato la sua adolescenza e di cui ha parlato in un’intervista a Di Più. La ballerina, arrivata al secondo posto quest’anno a Ballando insieme a Paolo Conticini, ha infatti confessato di aver avuto un brutto rapporto col suo corpo, soprattutto durante l’adolescenza e i cambiamenti che essa comporta. “Inevitabilmente a quell’età metti su qualche chilo, perché diventi donna. Ma quando fai la ballerina a quei livelli ogni cambiamento puoi viverlo come un trauma. Vedevo le mie colleghe magre, sinuose e io, sbagliando, mi vedevo enorme, brutta”, ha raccontato. Questo malessere portò Veera addirittura a cadere nel tunnel dell’anoressia, da cui dice di essersi salvata proprio grazie all’Italia, dove ha imparato che il cibo è medicina e che mangiando bene si può stare meglio.

Veera Kinnunen Paolo Conticini
Veera Kinnunen, la sofferenza che l’ha segnata: il racconto da brividi (Instagram)

Una perfezione ingannevole quindi quella agognata dalla ballerina, che oggi riconosce il suo errore.

Segui anche la nostra pagina Instagram—–>>>clicca qui