Coronavirus, Il Ministro dell’Interno l’ha appena annunciato: la decisione del Governo in vista delle festività

La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha annunciato la decisione del Governo in vista delle festività natalizie: l’annuncio appena arrivato.

festività governo
Ecco la decisione del Governo in vista delle festività Natalizie

L’Italia si prepara alle festività natalizie in piena emergenza Coronavirus. Il Presidente del Governo Giuseppe Conte ha già firmato e reso pubblico il nuovo dpcm che contiene le regole in vista di Natale e Capodanno. Le misure scatteranno a partire dal 21 dicembre, giorno dal quale saranno vietati gli spostamenti tra Regione se non per motivi di salute o di lavoro. Il Ministero dell’Interno ha già avvertito che ci sarà un aumento dei controlli per controllare se tutti rispettano le misure restrittive varate dal Governo. Saranno schierati almeno 70 mila agenti: ecco le parole di Luciana Lamorgese, Ministro dell’Interno.

Coronavirus, Il Ministro dell’Interno l’ha appena annunciato: la decisione del Governo in vista delle festività

A Sky Tg 24 Live, La ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, ha fatto sapere che, in vista delle festività natalizie, il Governo ha deciso di aumentare i controlli e dunque il numero di agenti di polizia.  “Ci saranno forze polizia in numero elevato, circa 70mila unità, che saranno addette a questo tipo di controllo” ha spiegato.

La Lamorgese ha spiegato i motivi di tale decisione: “Lo faranno con senso di equilibrio perché dal momento in cui teniamo aperto i negozi lo facciamo per salvaguardare un certo tipo di economia. Ma serve anche che i titolari pongano in essere le precauzioni per non fare entrare più persone nello stesso momento”. Divieto di spostamento tra Regioni se non per motivi di lavoro o salute e quarantena per chi rientra dall’estero: sono queste alcune delle Regole in vigore dal 21 dicembre al 6 gennaio 2020. La Ministra ha così aggiunto: “Sicuramente faremo dei controlli più incisivi alle frontiere e negli aeroporti per chi entra e chi esce. Dobbiamo stare davvero attenti perché l’esperienza di quest’estate non è stata un’esperienza positiva. Dobbiamo evitare una terza ondata”. Le parole del Ministro riportate da L’ANSA.