Addio a Lidia Menapace, è morta per Coronavirus: tragico lutto

All’età di 96 anni si è spenta Lidia Menapace, la donna era da giorni ricoverata per Coronavirus: tragico lutto, la notizia appena arrivata.

Lidia Menapece
È morta Lidia Menapece per Coronavirus: tragico lutto. Fonte Foto: Pixabay

Una vera e propria tragica notizia. Che, appena appresa, ha fatto immediatamente il giro del web. All’età di 96 anni, si è spenta Lidia Menapace. A darne notizia è stato Ansa.it. Stando a quanto si apprende, sembrerebbe che, da giorni, la donna fosse ricoverata presso il reparto di Malattie Infettive nell’ospedale di Bolzano. E che, quindi, sia morta proprio dopo aver contratto il Coronavirus. Una notizia davvero spiacevole, c’è da ammettere. E che, soprattutto, sottolinea ancora una volta di quanto questo virus cinese sia davvero da non sottovalutare. La donna, nata nel lontano 1924, è stato un volto apprezzatissimo e conosciutissimo della politica italiana. Non soltanto, infatti, dal 2006 al 2008 ha ricoperto il ruolo di senatrice nel partito ‘Rifondazione comunista’, ma ha anche rappresentato la prima donna della giunta provinciale. E, soprattutto, ha rappresentato la prima donna eletta in consiglio provinciale a Bolzano. Quindi, da come si può chiaramente comprendere, il suo forte impegno nella politica non era affatto sconosciuto. Ma cerchiamo di capire ogni cosa nel minimo dettaglio.

Morta per Coronavirus Lidia Menapace, aveva 96 anni: i dettagli

Stando a quanto si apprende da Ansa.it, sembrerebbe che Lidia Menapace sia morta questa notte, Lunedì 7 Dicembre, presso le ore 3:10 nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale di Bolzano. Ricoverata presso il nosocomio del capoluogo trentino da diversi giorni, sembrerebbe aver contratto il Coronavirus. E che, purtroppo, proprio questo ne abbia causato la morte. Una notizia davvero sconvolgente, da come si può chiaramente comprendere. E che, com’è giusto che sia, ha fatto in un vero e proprio batter baleno il giro del web. Anche perché, come dicevamo precedentemente, il nome della Menapace non era assolutamente ‘sconosciuto’. Entrata in politica, infatti, durante il Dopoguerra, la buona Lidia si è fatta ampiamente conoscere ed apprezzare. Rappresentante di diversi movimenti cattolici negli anni seguenti alla Guerra Mondiale, intorno agli anni Sessanta, venne eletto nel Consiglio provinciale di Bolzano. Un evento davvero straordinario, c’è da ammetterlo. Proprio perché, come dicevamo precedentemente, a quell’epoca Lidia Menapace fu la prima donna elette in Consiglio. Ma non è affatto finita qui. La sua ‘straordinarietà’, infatti, non si limita affatto a questo. Oltre ad essere la prima donna ad essere eletta in consiglio, la buona Menapace ha rappresentato anche la prima donna ad avere un ruolo nella giunta provinciale. E, soprattutto, ad interessarsi degli affari sociali e della sanità.

Lidia Menapece
Fonte Foto: Instagram

La morte di Lidia Menapace, quindi, ha scosso davvero di tutti. E lo testimonia proprio uno degli ultimi Tweet dell’ANPI (associazione nazionale dei partigiani italiani). Proprio il 2 Dicembre scorso, l’associazione scrivere un dolce pensiero per la sua figura principale.