Vaccino coronavirus, dopo quanto tempo fa effetto: la risposta

Dopo quanto tempo il vaccino per il coronavirus di Pfizer e BionTech fa effetto? L’agenzia americana dà finalmente una risposta

coronavirus vaccino effetto
Coronavirus, entro quanto tempo fa effetto il vaccino? (Fonte: Pixabay)

L’anno che volge al termine è stato segnato dalla pandemia di coronavirus. Il Covid-19 si è sviluppato in Cina a cavallo tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. Dall’Oriente si è sposato presto in Occidente, arrivando in Europa, in America ed infine negli altri continenti del globo terrestre. Al mondo si registrano centinaia di migliaia di morti e gli effetti del terribile virus sono ancora attivi in molti paesi al mondo. L’Italia, ad esempio, è alle prese con la seconda ondata. L’unica via per uscire dalla pandemia è rappresentata dal vaccino. Diverse aziende farmaceutiche hanno messo a punto un farmaco per contrastare il morbo. La somministrazione è già iniziata in Gran Bretagna e in Russia. Il farmaco arriverà presto anche in Italia, si conta entro la primavera.

Vaccino coronavirus, entro quanto fa effetto

Le aziende Pfizer e BionTech hanno messo a punto un vaccino efficace per contrastare la diffusione del coronavirus. Il farmaco è pronto per essere diffuso in tutto il mondo e porre fine alla pandemia. Gli Stati Uniti stanno organizzando una massiccia campagna vaccinale, che, se tutto andrà bene, avrà inizio martedì 15 dicembre, con le prime dosi somministrate agli operatori sanitari. In Gran Bretagna, invece, la somministrazione al pubblico è iniziata martedì 8 dicembre. La prima donna ad essersi vaccinata è stata un’anziana novantenne. Molti però si chiedono dopo quanto tempo fa effetto il farmaco. Esso inizia ad essere efficace a circa dieci di giorni dalla prima iniezione. A dimostrarlo sono i primi dati diffusi dalla Food and Drug Administration (FDA) americana, agenzia che si occupa di regolamentare farmaci, prodotti alimentari e terapie sperimentali.

coronavirus
A gennaio c’è il rischio di una terza ondata di Coronavirus (Fonte: Pixabay)

Il vaccino prodotto da Pfizer e BionTech è particolarmente valido non solo per l’efficacia, che è del 95 percento, ma anche per il fatto che si tratti di una preparazione sicura. Ad oggi, infatti, non sono state segnalate reazioni avverse gravi, ma solo sintomi lievi e moderati come mal di testa, febbre, dolore articolari, dolore al sito dell’iniezione e così via, analoghi a quelli del comune vaccino antinfluenzale. Va comunque sottolineato che. come indicato su Science, questi effetti collaterali che si verificano possono essere più intensi rispetto a quelli prodotti da vaccini comuni.