Coronavirus Campania, De Luca incalza: “Siamo in guerra”

Vincenzo de Luca, presidente della Regione Campania, è intervenuto nella sua consueta diretta in streaming su Facebook: ecco le sue parole.

de luca campania
Il governatore della Campania ha parlato dell’emergenza COronavirus nella sua Regione: ecco le parole del Presidente

Il Coronavirus non dà tregua ai cittadini italiani e del mondo che continuano a lottare contro questa terribile malattia. Sarà protagonista anche durante le festività natalizie: Natale e Capodanno non saranno come gli altri anni. In questo 2020 gli italiani dovranno adattarsi alle misure restrittive varate dal Governo nel nuovo dpcm. Vietati gli spostamenti tra Regioni a partire dal 21 dicembre fino al 6 gennaio mentre nei giorni del 25, 26 dicembre e 1 gennaio sarà vietato anche lo spostamento tra Comuni. Il Coprifuoco sarà attivo in tutta Italia e la notte di San Silvestro sarà prolungato fino alle ore 7 del mattino. Il Governatore della Regione Campania, Vincenzo de Luca, poco fa ha tenuto come di consueto la sua diretta attraverso i canali social. Ecco le parole del Presidente della Regione campana.

Coronavirus Campania, De Luca incalza: “Siamo in guerra”

Il Governatore della Regione Campania, Vincenzo de Luca, è intervenuto nel suo consueto appuntamento in streaming sul canale Facebook. Il Presidente campano ha annunciato che la sua Regione è contraria al rilassamento, alla riapertura della mobilità. “Dobbiamo sapere che in queste due settimane ci giochiamo il futuro del Paese. Se ci sarà un ecatombe a gennaio oppure no. Quest’anno Natale e Capodanno non esistono, devono essere giorni di raccoglimento familiare e religioso ma non feste normali” ha precisato De Luca. Il Governatore ha incalzato spiegando che ‘Siamo in guerra. Gennaio sarà decisivo perchè avremo il picco influenzale e se abbiamo una ripresa del contagio e l’esplosione dell’influenza normale, non avremo possibilità di fare le vaccinazioni’.

Le parole di Vincenzo de Luca sono piuttosto chiare: il Governatore ha invitato i napoletani a fare attenzione perchè è i contagi superano ancora il migliaio al giorno.