Coronavirus, Zona Rossa in tutta Italia a Natale: la richiesta del governatore

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha proposto tutta l’Italia in zona rossa a Natale: ecco cosa emerge dall’incontro Governo Regioni.

Coronavirus italia zona rossa
Tutta Italia in zona rossa a NaTALE: ecco la proposta del governatore del Veneto, cosa emerge dall’incontro Governo Regioni

Il Coronavirus non dà tregua agli italiani che nei prossimi giorni festeggeranno un Natale del tutto insolito. Purtroppo quest’anno le festività natalizie sono state intralciate dal terribile virus che si è abbattuto nel nostro paese, nel resto del mondo, ad inizio anno. Nonostante il vaccino sembra essere molto vicino, non bisogna abbassare la guardia e fare attenzione a non far diffondere ulteriormente il Covid. Il Governo ha varato un dpcm per le festività ma non tutti si sono ritrovati d’accordo. Nell’incontro Governo Regioni, il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha fatto una proposta ben precisa. Ecco di cosa si tratta.

Coronavirus, Zona Rossa in tutta Italia a Natale: la richiesta del governatore

Secondo quanto si apprende dall’Adnkronos, durante l’incontro Governo Regioni, il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha proposto misure restrittive da zona rossa fino all’epifania, ovvero fino al 6 dicembre. Ha chiesto una stretta rispetto a quanto previsto dal Decreto Natale e dal dpcm varato ad inizio dicembre. Lazio, Fvg, Molise e Marche sarebbero le Regioni che si sono trovate d’accordo con tale proposta. “Nel periodo delle festività servono restrizioni massime, e ‘se non le fa il governo le facciamo noi” sono le parole di Zaia riportate dall’Adnkronos. Il nuovo dpcm, varato dal Governo ad inizio dicembre, contiene misure restrittive che vietano lo spostamento tra Regioni, tra Province nei giorni di festa ed il coprifuoco fisso alle ore 22. Secondo alcuni componenti del Governo le misure vanno ristrette ancora di più per evitare che il virus si diffonda ulteriormente.

Pronto il vaccino

Bisogna pazientare ancora un po’ perchè il vaccino sembra esser vicino. Proprio nelle ultime ore è emerso dall’incontro Regioni Governo che il piano vaccinale è pronto e si potrebbe partire già a fine anno. Saranno inviati in questi giorni libretti d’istruzione per l’uso e la somministrazione del farmaco. Finalmente l’Italia inizia ad intravedere una luce in fondo a questo lunghissimo tunnel chiamato Coronavirus.