Covid, in bilico la riapertura di palestre ed altre attività: decisione finale attesa a ridosso del 15 gennaio

Si riapre il dibattito sulla riapertura di palestre ed altre attività, ora più che mai incerta. Sotto osservazione la situazione dei contagi.

riapertura palestra
Covid, incerta la riapertura di palestre ed altre attività: decisione finale attesa a ridosso del 15 gennaio (Pixabay)

L’ulteriore slittamento della riapertura di palestre, piscine, centri estetici, cinema e teatri, sembra purtroppo un’ipotesi molto concreta. La data di scadenza del Dpcm in vigore è il 15 gennaio, ma non si esclude che l’andamento dei contagi da Covid possa far decidere per un altro rinvio. Una decisione del genere metterebbe ancora una volta in seria difficoltà le categorie coinvolte, dalle quali stanno arrivando pressioni com’era prevedibile. L’unica certezza sembrano averla le discoteche che, ovviamente, sono luoghi ad alto rischio di diffusione del virus. Per quanto riguarda gli altri, sono in fase di elaborazione anche nuove regole da seguire per ognuno di essi. Vediamole nel dettaglio.

Covid, le nuove regole in caso di riapertura

Per le palestre si sta studiando una riapertura con ingressi scaglionati e senza accesso agli spogliatoi. Probabilmente non saranno più consentite lezioni di gruppo, ma solamente singole. Le piscine dovranno organizzarsi per l’utilizzo di un’unica corsia da parte di una sola persona. Teatri, cinema e musei dovranno studiare il modo di evitare lunghe file all’ingresso. Molto complessa la riapertura di bar e ristoranti per i quali è abbastanza difficile prevedere una ripresa totale delle attività. Una riapertura a pranzo e a cena sarà infatti possibile solo con un Rt uguale o inferiore a 0,5, che in base al bollettino della Protezione Civile di ieri ha di nuovo toccato il 15%.

Covid riapertura
Covid, in bilico la riapertura di palestre ed altre attività: decisione attesa a ridosso del 15 gennaio (Pixabay)

Il Cts, che voleva abbreviare i tempi per consentire la ripresa dell’attività fisica al più presto soprattutto ai giovani, fa sapere: “Seguiremo il principio di gradualità, ma non potremo mai prescindere dall’andamento della curva”

Segui anche la nostra pagina Instagram—->>>clicca qui