Covid-19, approvato il vaccino Oxford AstraZeneca: c’è anche la partecipazione dell’Italia

Buone notizie per l’Italia: approvato nel Regno Unito il vaccino per il Covid-19 prodotto da Oxford e AstraZeneca

covid 19 vaccino
Covid-19, approvato il vaccino di Oxford e AstraZeneca: c’è anche l’Italia (Fonte: Pixabay)

Se il 2020 è stato l’anno del virus e della pandemia, il 2021 sarà l’anno del vaccino e (si spera!) della fine della pandemia. Il farmaco, sperimentato in questi mesi da diverse aziende farmaceutiche, è già stato somministrato in quasi tutta l’Europa. In Italia, domenica 27 dicembre, sono arrivate le prime dosi del farmaco sperimentato da Pfizer e BioNtech. I primi ad essere vaccinati sono gli operatori sanitari, poi si procederà con gli anziani e le persone con patologie gravi. Entro l’estate si punta a vaccinare la maggior parte degli italiani. La somministrazione del farmaco ovviamente non è obbligatoria, ma vivamente consigliata. Esso, infatti, è l’unica via che porta alla fine della pandemia da Coronavirus.

Covid-19, approvato il vaccino Oxford AstraZeneca

Arriva un’altra buona notizia sul fronte vaccino anti Covid-19: l’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari del Regno Unito (MHRA) ha approvato il farmaco sviluppato dall’Università di Oxford e da AstraZeneca. Si tratta del secondo siero anti-Coronavirus che ha ottenuto il via libera nel Regno Unito dopo quello di Pfizer e BioNtech. Il farmaco sviluppato all’Università di Oxford ha avuto anche la partecipazione italiana dell’Irbm di Pomezia. Anche la medicina italiana, dunque, scrive una piccola pagina di storia nella lotta al temibile virus.

vaccino covid
Il vaccino rappresenta l’unica via verso la fine della pandemia (Fonte: Pixabay)

Le somministrazioni del vaccino messo a punto da Oxford e AstraZeneca dovrebbero cominciare a partire dalla prossima settimana. La casa farmaceutica ha comunicato in una nota che le prime dosi del siero verranno consegnate già nella giornata di oggi “in modo che le vaccinazioni possano partire all’inizio del nuovo anno”. AstraZeneca ha poi aggiunto che fornirà al Regno Unito milioni di dosi nel primo trimestre del 2021 su un totale di 100 milioni di dosi acquistate dal governo e sufficienti a vaccinare 50milioni di persone.