GF VIP 5, Alda D’Eusanio squalificata: la decisione della produzione

Alda D’Eusanio è stata squalificata dal GF VIP 5? La decisione della produzione è arrivata nel corso della puntata odierna

alda d'eusanio gf vip
GF VIP 5, Alda D’Eusanio squalificata: la decisione della produzione (Fonte: Screen Mediaset Play)

La quinta edizione del Grande Fratello Vip volge al termine. La finale andrà in onda lunedì 1° marzo 2021. L’esperienza dei gieffini sta per terminare. Chi vincerà l’ambito montepremi? I favoriti restano sempre Tommaso Zorzi, Dayane Mello, Maria Teresa Ruta e Stefania Orlando. È stata un’edizione ricca di sorprese e colpi di scena. Ci sono stati momenti belli e momenti brutti, ma di sicuro si tratta di un’edizione che resterà nella storia della televisione italiana.

GF VIP 5, la decisione su Alda D’Eusanio

Questa sera è andata in onda una nuova puntata del GF VIP 5. Il reality show ha raddoppiato nuovamente l’appuntamento: il programma, infatti, va in onda sia il lunedì che il venerdì. Nella puntata in onda stasera su Canale 5, la produzione ha preso una decisione definitiva su Alda D’Eusanio. L’ultima arrivata nella casa più spiata d’Italia si è resa protagonista di uno spiacevole episodio. La D’Eusanio ha usato un’espressione ‘poco felice’, la stessa per la quale è stato squalificato anche Fausto Leali.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Grande Fratello (@grandefratellotv)

La frase, come sottolineato da Alfonso Signorini, è stata detta in modo involontario. La produzione non ha potuto affatto chiudere un occhio nei confronti della D’Eusanio. La conduttrice e opinionista televisiva, però, non è stata squalificata, come si aspettavano tutti e com’è accaduto a Fausto Leali. La produzione, infatti, ha deciso di ‘lavarsi le mani’ e far decidere al pubblico le sorti della D’Eusanio. Il conduttore Alfonso Signorini ha così aperto il televoto, chiedendo al pubblico da casa di salvare o meno la gieffina. In ogni caso sembra un’ingiustizia nei confronti del cantante, squalificato senza una ‘seconda possibilità’.