Sonia Bergamasco: “Solitaria e un po’ sperduta”, il ricordo del passato

Un’artista, solo così può essere definita la splendida e talentuosa Sonia Bergamasco: “Solitaria e un po’ sperduta”, il ricordo del suo passato

Sonia Bergamasco
“Solitaria e un po’ sperduta”, il ricordo del passato di Sonia Bergamasco (fonte getty)

Un’artista. Non c’è altro modo di definire Sonia Bergamasco, donna dal talento eccezionale e vario. Attrice, ma anche musicista, regista, ma anche poetessa. Nata a Milano nel 1966, la talentuosa interprete ottiene due diplomi: il primo in pianoforte al Conservatorio e il secondo in recitazione al Teatro Piccolo. Un talento, il suo, che riesce a conquistare ogni ramo del mondo artistico, dal teatro, al cinema al piccolo schermo. Madre di due splendide figlie e felicemente sposata con il celebre attore Fabrizio Gifuni, i due hanno anche, talvolta, condiviso il set. Intervistata qualche tempo fa da “La Repubblica”, Sonia Bergamasco ha ripercorso alcune tappe significative della sua giovinezza e condiviso un ricordo indelebile del suo passato che la accompagna: “”Solitaria e un po’ sperduta”.

Sonia Bergamasco, il ricordo indelebile del passato

Dolcezza, intelligenza ed empatia si mescolano nella persona di Sonia Bergamasco, in un connubio perfetto di fascino ed eleganza. Prima di raccontare dei suoi studi e della sua infanzia, intervistata qualche anno fa da “La Repubblica” l’attrice ha voluto raccontare un ricordo del suo passato. “Partiamo da un ricordo che ho di me solitaria e un po’ sperduta. La bicicletta a tutti i costi per spostarmi, con qualunque tempo” ha raccontato. “Ricordo una giornata con la neve, in via Ripamonti, io che resto miracolosamente in sella sviando tra neve e rotaie del tram: dal marciapiede un gruppo di persone che mi guardano e fanno partire un applauso” ha aggiunto. Poi, Sonia Bergamasco svela un altro retroscena incredibile, che riguarda lo studio del pianoforte in cui si è poi diplomata. “Quello, un po’ obbligato. Adoravo il violoncello, in realtà. Oggi mia figlia studia violoncello, prende lezioni e mi sono iscritta anch’io. Uno sfizio, ma che dice quanto mi sia mancato” ha confessato.

Per restare sempre aggiornati seguite anche il nostro profilo Instagram: qui

Sonia Bergamasco
La splendida artista Sonia Bergamasco (fonte getty)

Un racconto davvero evocativo, non trovate?