Edoardo Pesce, l’attore è nei guai: accusato di lesioni aggravate

Edoardo Pesce finisce nei guai, l’attore è accusato di lesioni aggravate: avrebbe aggredito il titolare di un pub

edoardo pesce
Edoardo Pesce nei guai: accusato di lesioni aggravate (Fonte: Instagram)

Pesce è un attore nato il 12 settembre del 1979 a Roma. Ha frequentato la scuola Ribalte, diretta da Enzo Garinei, e successivamente la scuola “Teatro Azione”, diretta da Isabella Del Bianco e Cristiano Censi. Il successo arriva con le due stagioni di Romanzo criminale – La serie, nella quale interpreta Ruggero Buffoni. Nel 2012 è coprotagonista insieme a Raoul Bova della miniserie Ultimo – L’occhio del falco. Nel 2013 è presente in Squadra antimafia – Palermo oggi, dove recita nel ruolo del mafioso Michele Catena. Nello stesso anno, inoltre, è nel cast della sesta stagione della serie I Cesaroni, nel quale interpreta il ruolo di Annibale Cesaroni. Nel 2015 è coprotagonista nel film Se Dio vuole accanto a Marco Giallini e Alessandro Gassmann. Grazie a questa interpretazione viene premiato al Magna Grecia film festival come migliore attore. Nel 2017, per i film Fortunata di Sergio Castellitto e Cuori puri di Roberto De Paolis, è stato candidato ai Nastri d’argento 2017 come Migliore attore non protagonista. Nel 2018 viene scelto da Matteo Garrone come coprotagonista del film Dogman, grazie al quale vince il Nastro d’argento come migliore attore protagonista e il David di Donatello come miglior attore non protagonista.

Edoardo Pesce nei guai: accusato di lesioni aggravate

L’attore Edoardo Pesce finisce nei guai: l’artista rischia di essere processato per lesioni gravi con l’aggravante dei futili motivi. Egli è accusato di aver aggredito l’organizzatore di una serata all’interno di un pub nel quartiere di San Lorenzo a Roma. I fatti risalgono al gennaio del 2017 quando, secondo le indagini, Pesce avrebbe preso a pugni l’organizzatore della jam session all’interno del pub. Tra i fogli della richiesta di rinvio a giudizio si legge: “Cagionava a Francesco Amatucci lesioni personali volontarie colpendolo con un pugno: frattura delle ossa nasali, scheggiatura degli incisivi con una prognosi di 53 giorni complessivi”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Edoardo Pesce (@edoardo_pesce)

L’udienza preliminare si terrà il prossimo 7 aprile. Edoardo Pesce dovrà recarsi di fronte al gip Paola Della Monica, il quale dovrà decidere se rinviarlo a giudizio. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’attore sarebbe salito sul palco all’una di notte per cantare una canzone con una chitarra. A quel punto, il gestore gli avrebbe ricordato di poter suonare soltanto una canzone vista l’ora. Da quel momento ci sarebbe stata un’escalation: prima gli insulti, poi gli schiaffi e infine il cazzotto tirato in pieno viso nonostante il tentativo dei presenti di divederli. Solo la giustizia, però, stabilità qual è la verità.