Marco Giallini, che lavoro faceva prima di diventare attore: la rivelazione inedita

Sapete che lavoro faceva Marco Giallini prima di diventare un famoso attore? L’ha rivelato in un’intervista

marco giallini lavoro
Che lavoro faceva Marco Giallini prima di diventare un famoso attore? (Fonte: Instagram)

Marco Giallini è un famoso attore, candidato per ben sei volte ai David di Donatello e ai Nastri d’Argento. È risultato vincitore per ben tre volte ai Nastri d’Argento con i film ACAB – All Cops Are Bastards, Tutta colpa di FreudPerfetti sconosciuti. Giallini entra nel mondo della recitazione a ventidue anni e il suo esordio cinematografico è una comparsata nel film Grandi magazzini. Come lui stesso ha dichiarato, “Nel cinema sono stato catapultato da un giorno all’altro, soprattutto grazie a Valerio Mastandrea. Fece il mio nome a Marco Risi: ‘Dovresti proprio venire a Teatro c’è un mio amico che è fortissimo’ e lui, Marco, a vedere Casamatta vendesi di Angelo Orlando, venne davvero. Gli piacqui. Mi offrì un’occasione ne L’ultimo Capodanno: ‘Faresti il marito di Monica Bellucci?’. Capirai, non gli feci ripetere la frase. C’erano almeno quindici persone in fila prima di me e, per farmi ottenere la parte, Risi dovette lottare. Cominciò tutto così, nel 1998”. Prima di diventare un attore famoso, però, Giallini ha fatto tanti altri lavori. Di seguito vi parliamo della sua vita prima del successo con la recitazione.

Marco Giallini, che lavoro faceva prima di diventare attore

Giallini nasce a Roma il 4 aprile del 1963. Come abbiamo già detto, egli entra nel mondo della recitazione a ventidue anni, frequentando la scuola teatrale “La Scaletta” di Roma e, nei successivi anni, tra il 1988 e il 1996, ha l’opportunità di lavorare con alcuni dei nomi più grandi del teatro italiano quali Arnoldo Foà, Ennio Coltorti, Adriano Vianello, Maurizio Panici e Angelo Orlando. Prima di diventare un attore famoso, però, Giallini ha sempre raccontato di aver svolto una miriade di mestieri. In un’intervista rilasciata al Fatto Quotidiano, l’attore ha dichiarato: “Consegnavo le bibite, imbiancavo i muri, nella vita ho fatto di tutto. Però non ho mai chiesto niente a nessuno e in fondo ho sostenuto pochissimi provini”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marco Giallini (@marco_giallini_official)

Fortunatamente poi Giallini è riuscito a trovare la sua strada, ritagliandosi uno spazio nel vastissimo mondo dello spettacolo. Oggi è uno degli artisti più apprezzati del panorama italiano e di recente si è lanciato anche nel mondo della televisione, vestendo i panni di conduttore. Giallini ha infatti affiancato Giorgio Panariello, showman di mestiere, nel programma televisivo Lui è peggio di me. Una nuova veste per Giallini, con la quale sembra sentirsi a suo agio.