Nada, “Cantavo per farla felice”: il retroscena sul rapporto con la madre

Le rivelazioni di Nada, celebre cantante dal talento straordinario, sul legame con sua madre Viviana Fenzi: le sue parole al Corriere.

Nada madre
Nada, “Temevo che non tornasse più”: la confessione sul rapporto con la madre (Instagram)

E’ andato in onda ieri sera, 10 marzo, su Rai 1 il film biografico ‘La bambina che non voleva cantare’: protagonista la famosa cantante Nada Malanima, una degli artisti che segnarono l’epoca sessantottina. Notata a soli 14 anni per la sua voce straordinaria, supera brillantemente il primo provino, ma non sembra esserne felice a differenza dei suoi genitori. Nel ’69 arriva al suo primo Festival di Sanremo con il brano ‘Ma che freddo fa’ piazzandosi al quinto posto in classifica. Dopo due anni di pausa tornò sulla scena lavorando anche a teatro. Nel suo curriculum sono sette i Festival della canzone italiana a cui ha partecipato e uno a cui ha vinto. Nel 1971 trionfa infatti con ‘Il cuore è uno zingaro’. Una carriera di tutto rispetto che nasconde però non pochi tormenti vissuti in gioventù. Il rapporto con sua madre ad esempio è stato per Nada molto complesso. A tal proposito, l’artista si è raccontata al Corriere. Vediamo cosa ha rivelato.

Segui anche la nostra pagina Instagram—>>clicca qui

Nada e sua madre: “Un amore complicato”

Intervistata dal Corriere, Nada ha svelato un retroscena della sua infanzia: riguarda sua madre e il difficile legame che la univa a lei. “Il rapporto con mia mamma è stato bello perché c’era un grande amore, ma complicato perché soffriva di depressione da quando sono nata”, ha raccontato. “Ho sempre vissuto tra questi alti e bassi, sempre a rincorrere e capire l’amore di questa donna che mi sfuggiva continuamente perché aveva un problema molto serio”, dice la cantante. Probabilmente nella carriera artistica di sua figlia dovette trovare una ragione per andare avanti: “L’interesse da parte sua nei miei confronti si accendeva quando cantavo. Cantavo per lei, non per me. Eppure non mollava, insisteva, ne aveva fatto una sua ragione di vita finché qualcuno mi ascoltò e da lì partì tutto”.

Nada madre
Nada, “Temevo che non tornasse più”: il retroscena sul rapporto con sua madre (Instagram)

Oggi però Nada afferma di essere grata alla madre per averla spinta a cantare: nonostante le incomprensioni, l’amore materno aveva permesso a Viviana di essere lungimirante.