Francia, accoltellato il regista Alain Francon: sarebbe in condizioni gravissime

Il regista Alain Francon sarebbe stato accoltellato per strada e sarebbe in condizioni gravissime: ecco le ultime dalla Francia

alain francon
Alain Francon accoltellato in strada a Montpellier (Fonte: Pixabay)

Una notizia scuote la Francia: il noto regista Alain Francon sarebbe stato accoltellato in strada e ora verserebbe in condizioni gravissime. Il grave episodio si sarebbe verificato in tarda mattinata, verso le 11:30, a Montpellier, nel sud della Francia, vicino alla chiesa Saint Roch. Un uomo avrebbe avvicinato l’uomo e l’avrebbe colpito con alcuni fendenti, lasciandolo esamine in una pozza di sangue sul marciapiede. Il regista è stato poi trasportato d’emergenza all’ospedale universitario di Montpellier, dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico di emergenza. Ora sarebbe ricoverato nel reparto di rianimazione in prognosi riservata.

Francia, accoltellato il regista Alain Francon

Nella tarda mattinata di mercoledì 17 marzo, il noto regista teatrale Alain Francon sarebbe stato accoltellato per strada nel sud della Francia, precisamente nel centro di Montpellier. Secondo quanto riportato dalla stampa locale, l’uomo sarebbe stato colpito alla carotide. Un colpo quasi mortale. Ora il regista pare versi in condizioni gravissime, ricoverato nel reparto di rianimazione intensiva e in prognosi riservata all’ospedale universitario di Montpellier. Al momento, si ignorano i motivi della vile aggressione, così come l’identità dell’aggressore. Il regista era a Montpellier dal 15 febbraio scorso perchè stava lavorando con gli studenti della Scuola superiore d’arte drammatica ad un adattamento teatrale. Il regista sarebbe dovuto restare a Montpellier fino al 20 marzo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Elie JABEL-BERNARD (@eliejabelbernard)

L’aggressore, subito dopo il vile episodio, avrebbe fatto perdere le tracce, ma la polizia locale gli sta dando la caccia sulla base di un identikit costruita grazie alle testimonianze di alcuni passanti che hanno assistito alla terribile scena. Sul luogo dell’accaduto sono accorsi gli esperti della scientifica, i quali hanno trovato numerose tracce di sangue sui muri della zona dove è avvenuto il fatto. Non si esclude che il regista possa aver camminato per diversi metri prima di accasciarsi e perdere i sensi. Si cerca anche l’arma dell’aggressione visto che un coltello recuperato nell’area dell’aggressione è stato giudicato non compatibile con quello utilizzato dall’aggressore.