Coronavirus, annuncio importante di Draghi: le parole del presidente del Consiglio

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha fatto un importante annuncio sul Coronavirus: di seguito vi riportiamo le sue parole

coronavirus draghi annuncio
Coronavirus, annuncio importante del presidente Mario Draghi: le sue parole (Fonte: Getty Images)

Il Covid-19 continua ad essere un problema per il nostro paese. L’Italia è alle prese con la terza ondata del virus. I contagi sono sempre molto alti, così com’è alta la pressione sulle strutture ospedaliere. Il paese è quasi interamente in zona rossa, ma molte regioni sperano di poter diventare arancioni tra la metà e la fine del mese. Attività chiuse e crisi economica incombente: l’Italia non sta assolutamente vivendo un bel periodo. L’unica arma per uscire dalla pandemia è il vaccino. La somministrazione del farmaco, però, procede a rilento, tra cattiva organizzazione e soprattutto paura.

Coronavirus, annuncio importante di Draghi

Il presidente del Consiglio Mario Draghi è intervenuto in conferenza stampa con Franco Locatelli, presidente del consiglio superiore di Sanità. Draghi ha risposto alle domande dei giornalisti su riaperture, campagna vaccinale e nuove misure anti-Covid. Riguardo al vaccino, il presidente ha dichiarato: “La raccomandazione è usare il vaccino AstraZeneca per coloro che hanno più di 60 anni“. Il governo vuole concentrarsi sulla fascia d’età che va dai 65 anni in su, come ha sottolineato anche Locatelli: “La disponibilità di vaccini che abbiamo ad aprile ci permette di vaccinare tutti gli over 80 e la maggior parte degli over 70 in tutte le Regioni: è tempo di prendere decisioni perché questo è fondamentale anche per le riaperture. Se noi proteggiamo i più fragili è chiaro che si può riaprire”.

coronavirus
Il Coronavirus continua ad essere un problema per il nostro paese (Fonte: Pixabay)

In merito alle riaperture, Draghi ha fatto un annuncio molto importante: “Tutti chiedono le aperture perché la miglior forma di sostegno per l’economia non sono i ristrori, ma sono le riaperture. Io nelle prossime settimane voglio vedere le riaperture in sicurezza, a cominciare dalle scuole. Quanto più celermente procedono le vaccinazioni, tanto più si potrà riaprire”. Il presidente del Consiglio ha poi aggiunto: “Ora non ho una data, ci stiamo pensando in questi giorni. E poi dipende dall’andamento dei contagi e come dicevo dalle vaccinazioni”. Non c’è dunque una data per le riaperture. Tutto dipenderà dall’andamento dei contagi e soprattutto dalle vaccinazioni.