Daniele De Rossi ricoverato causa Covid: l’ex calciatore si trova all’Ospedale Spallanzani di Roma

Daniele De Rossi è ricoverato allo Spallanzani di Roma causa Covid-19: la notizia, riportata da La Repubblica, è dell’ultim’ora. Ecco le condizioni dell’ex calciatore.

Daniele De Rossi ricoverato
E’ stato ricoverato allo Spallanzani di Roma: ecco come sta Daniele De Rossi

Il Coronavirus non lascia scampo: continua ad essere protagonista della vita di tutti i cittadini del mondo. In molti ci stanno facendo i conti proprio in questi giorni ed una delle vittime è Daniele De Rossi. L’ex calciatore della Roma, attualmente uno dei collaboratori della Nazionale italiana di Roberto Mancini, è uno dei contagiati del gruppo azzurro. E’ risultato positivo al Coronavirus insieme ad altri tre membri dell’staff italiano e da giovedì si trova ricoverato allo Spallanzani di Roma. La notizia la riporta il portale de La Repubblica.

Daniele De Rossi ricoverato causa Covid: l’ex calciatore si trova all’Ospedale Spallanzani di Roma

Daniele De Rossi, scrive la Repubblica, è ricoverato all’Ospedale Spallanzani di Roma causa Covid-19. L’ex calciatore della Roma attualmente uno dei membri dello staff di Roberto Mancini avrebbe contratto una polmonite, si legge. Nonostante le sue condizioni vengano definite discrete, scrive la Repubblica, è stato comunque ricoverato in ospedale sotto consiglio dei medici.

Uno dei contagiati del ‘gruppo Azzurro’ dunque è Daniele De Rossi, l’ex calciatore della Roma: lui ed altri tre membri dello staff dell’Italia sono risultati positivi al Covid. Dopo il match contro la Lituania, la FIGC aveva reso nota la positività dei componenti dello staff di Mancini cui ha fatto seguito quelle di 8 calciatori.

L’impegno in Nazionale

Daniele De Rossi era tornato in Nazionale come uno dei collaboratori tecnici del Ct Mancini. E’ iniziata dunque la seconda vita dell’ex calciatore, centrocampista giallorosso, dopo il ritiro dal calcio. L’Italia è stata impegnata con Irlanda, Bulgaria e Lituania. Le sue parole, prima di partire per Coverciano, sono state le seguenti: “Sono orgoglioso di iniziare questa nuova carriera con la Nazionale e ringrazio sia il presidente Gravina che il Ct Mancini per la fiducia e per l’opportunità. Sarà emozionante tornare a Coverciano che, per me, vuol dire tornare a casa e ritrovare tanti ex compagni e tanti amici nello staff e nel gruppo. Non vedo l’ora di iniziare”.