Miguel Bosé, dichiarazioni choc: “Abusavo di droga”

Il cantante Miguel Bosé ha scosso il mondo con alcune dichiarazioni choc: di seguito vi riportiamo le sue parole

miguel bosé dichiarazioni
Miguel Bosé, dichiarazioni choc: le sue parole (Fonte: Instagram)

Luis Miguel Gonzalez Dominguin, meglio conosciuto come Miguel Bosé, è un cantante molto famoso, oltre che un attore e un ex ballerino. È nato a Panama ed è il figlio dell’attrice Lucia Bosé e del torero spagnolo Luis Miguel Gonzalez Lucas. Sin dall’infanzia è circondato da personalità artistiche abbastanza illustri: il suo padrino è Luchino Visconti, mentre amici di famiglia erano Pablo Picasso ed Ernest Hemingway. In Italia, ha raggiunto l’apice del successo tra la fine degli anni settanta e l’inizio degli anni ottanta, scalando le classifiche con i suoi primi 5 lavori. Ha vinto tre volte il Festivalbar: la prima volta nel 1980 con Olympic Games; la seconda nel 1982 con il brano Bravi ragazzi; la terza nel1994 con Se tu non torniQuest’ultimo è sicuramente uno dei brani di maggior successo.

Miguel Bosé, dichiarazioni choc: le sue parole

Dopo una lunga assenza, Miguel Bosé torna a parlare alla stampa e lo fa con un’intervista molto discussa a La Sexta. Il cantante ha rilasciato dichiarazioni choc, parlando del suo rapporto con le droghe. Ricordo il primo bicchiere, e poco dopo la prima striscia di coca” – racconta il cantante – “Gli effetti mi durarono una settimana. Pensavo che fosse una parte necessaria, legata alla creatività. Ma da un giorno all’altro le droghe smettono di essere tue alleate e diventano il tuo nemico”. Il cantante poi aggiunge: “Sono arrivato a consumare quasi due grammi di cocaina al giorno, oltre a fumare marijuana e a prendere pastiglie. Solo sette anni fa ho smesso per sempre con tutta questa roba”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da BOSÉ_INSTAMATRIX (@miguelbose)

Bosé inoltre ha dichiarato di essere negazionista e riguardo a sua mamma, morta di Covid-19, dichiara: “Sono un negazionista e lo dico a testa alta. La verità non è nota perché c’è un piano escogitato in modo che non si sappia. Mia madre non è stato il virus a ucciderla, ma qualcos’altro”.