Margot Sikabonyi, ricordate la bellissima Maria de “Un medico in famiglia”? Cosa fa oggi: non solo attrice, la splendida novità

Margot Sikanonyi, ricordate la bellissima e giovanissima Maria de “Un medico in famiglia”? Sono passati anni: com’è cambiata la sua vita. 

Maria Un Medico in famiglia
Ricordate la splendida Maria de Un medico in famiglia? Cosa fa oggi. Fonte Foto: Instagram

Senza alcun dubbio, vi ricorderete di lei. Stiamo parlando proprio di lei: Margot Sikabonyi, la splendida e straordinaria Maria, che, per tantissimi anni e stagioni, ci ha fatto innamorare e sognare a “Un Medico in famiglia”. Davvero giovanissima in questa famosissima serie televisiva, Margot ha iniziato a cavalcare l’onda del successo in un vero e proprio batter baleno. Tanto è vero che ancora adesso, nonostante la fiction sia finita da un pezzo, continua ad essere ricordata con affetto e simpatia da tutto il pubblico italiano. Sono passati anni da questo momento, ma cosa fa oggi?

“Un Medico in famiglia”, diciamoci la verità, l’ha consacrata come vera e propria regina indiscussa della recitazione italiana, ma alle sue spalle Margot Singabonyi decanta di un successo davvero clamoroso. Attrice teatrale, televisiva e cinematografica, la giovanissima romana vanta di un curriculum davvero impressionante. Cosa fa oggi, però? Recentemente, è uscito il suo primo libro, “Respira”. È proprio per questo motivo che la redazione di Sologossip ha avuto la possibilità di intervistarla. Scopriamo insieme cosa ci ha raccontato in esclusiva per i nostri carissimi lettori.

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui

Ricordate Maria de “Un medico in famiglia”? Cosa fa oggi la bellissima Margot Sikabonyi

  • Ciao Margot, parlaci un po’ di te: com’eri da bambina? “Ero molto energetica, solare, mattacchiona e furbetta. Facevo impazzire mia madre! Infine, ero sempre pronta a fare ridere gli altri e ad essere simpatica. Ovviamente, ero così in situazioni che conoscevo. Altrimenti, ero molto timida”;
  • Sappiamo che hai iniziato a recitare all’età di 11 anni, perché hai intrapreso questa strada? “Ho iniziato perché ho accompagnato una mia amica ad un provino per scherzo, per gioco e per vedere cosa fosse. Poi, alla fine, il regista mi ha scelto per questo film (“Ho un segreto con papà” nel 1994, ndr). Al momento di dire “azione”, infatti, mi sono ritrovata lì a parlare e stranamente, io che sono molto timida, non sentii nessun tipo di timidezza. Questo è un momento che ricordo benissimo”;
  • Eri davvero piccolissima quando ha iniziato questa carriera, i tuoi genitori ti hanno sempre appoggiato in questa scelta? “Inizialmente, loro non mi hanno appoggiata. Quando, infatti, mi hanno chiamata per questo primo film e, soprattutto, per “Un medico in famiglia”, che significava non andare a scuola per molto tempo, mio padre non ne è stato molto convinto. Mia madre vedeva in me una grande voglia di farlo, ma mio padre, un po’ più protettivo, non era molto sicuro. Io, però, gli ho fatto una testa enorme ed è stato proprio impossibile dirmi di no”;
  • Il successo è arrivato nel 2000 con ‘Il Medico in Famiglia’: cosa ci racconti di questa esperienza? “Mi ricordo di questo ‘cambio’ dal giorno alla notte. Il giorno prima, infatti, ero normale, una bimba comune. Il giorno dopo non lo ero più. Quindi, ero anche un po’ isolata dagli altri. Io, ad un certo punto, ero quella famosa. Ero quella diversa negli occhi dei miei compagni”;
  • Quanto di Margot c’era in Maria? “Tantissimo. Ricordo che Paola Mascolini, la scrittrice della serie, mi invitava a casa sua per capire come fossi diventata. Per far sì, quindi, che la mia storia potesse combaciare con quella di Maria. In modo tale da far risultare il tutto più genuino possibile”;
  • Il 25 Marzo è uscito il tuo primo libro: ce ne parli? “Parla del mio percorso di ricerca della mia identità di persona e della mia felicità più profonda. A quindici anni, quando arrivò il successo e ci fu la perdita di mio padre, iniziai ad avvertire che c’era il bisogno di farsi della domande molto importante rispetto a me stessa e alla vita, perché paradossalmente le risposte che mi venivano fornite dalla società non erano quelle che sentivo vere e giuste. Quindi, intrapresi un cammino lungo, doloroso e lento, arrivato con l’incontro dello yoga, con la terapia, con 1500 viaggia per scappare. Tutto questo, però, con un unico fine: la ricerca della mia verità, di quel contatto con me stessa che sentivo potesse essere l’unico per generare in me di farmi trovare il mio senso della vita”;
  • Cosa ti ha spinto a scriverlo? “Questo libro l’ho iniziato a scrivere circa 10 anni fa. Poi, mi sono interrotta perché pensavo non ci fosse interesse di leggere una mia ricerca “spirituale”. Iniziando con Instagram a lavorare molto con i lai in cui insegnavo yoga durante il lockdown, però, mi sono resa conto di quanto ci fosse la necessità di parlare di questo, di condividere, perché tanti si sentivano da soli e così ho deciso di portarlo a termine”;
  • Hai qualche altro progetto in cantiere? “Ne ho tanti. Spero esperienze dal punto di vista attoriale ed altri progetti miei che mi stanno stimolando dal punto di vista creativo. Infine, senza alcun dubbio, il progetto più importante che ho in cantiere è crescere bene i miei due bambini”.
Maria Un Medico in famiglia
Fonte Foto: Instagram

Tantissimi auguri alla splendida Maria, che tutti i suoi sogni e desideri si possano realizzare il più presto possibile!