I Soliti Ignoti, ‘imprevisto’ in studio: Amadeus resta senza parole, cos’è successo

Imprevisto in studio nella puntata di ieri sera de I Soliti Ignoti: il conduttore Amadeus resta senza parole, ecco cos’è successo

amadeus soliti ignoti
I Soliti Ignoti, imprevisto in diretta: Amadeus incredulo, cos’è successo (Fonte: Instagram)

I Soliti Ignoti è un programma televisivo in onda su Rai Uno dall’11 giugno 2007. La trasmissione in principio era condotto da Fabrizio Frizzi. In seguito, la conduzione del programma è stata affidata ad Amadeus, con il quale il programma ha raggiunto un successo straordinario. Ogni sera, la trasmissione riesce a fare concorrenza a Striscia la Notizia, in onda contemporaneamente su Canale 5.

I Soliti Ignoti, imprevisto in studio: cos’è successo

Ieri sera è andata in onda una nuova puntata de I Soliti Ignoti, programma condotto da Amadeus su Rai Uno. Il concorrente era Alessandro Tersigni, attore ed ex concorrente del Grande Fratello. Il cammino dell’attore è stato altalenante, ma alla fine è riuscito a conquistare la cifra di 16.800 euro da devolvere ovviamente in beneficenza. Dall’inizio della pandemia, infatti, il programma di Amadeus va in onda con concorrenti famosi, i quali devolvono in beneficenza l’intera somma vinta nel gioco.


Nella puntata di ieri sera, però, c’è stato un imprevisto in studio. Un ignoto, Pamela, di 37 anni, si è fatta scappare un foglietto sul quale c’erano scritti, oltre che gli indizi da fornire in studio, anche la propria identità. Sul foglio, infatti, era scritto in grassetto “Alleva lumache“, ovvero il mestiere della donna trentasettenne. La sua identità valeva un complessivo di 208 mila euro, ma l’attore, nonostante abbia chiesto l’indizio e soprattutto l’ignoto si sia fatto sfuggire il foglietto con lo ‘spoiler’, non è riuscito ad indovinare il mestiere. Tersigni ha infatti risposto: “Ha una casa astronave“.

Il conduttore Amadeus nel frattempo non si era accorto che la regia aveva inquadrato lo ‘spoiler’ riportato sul foglietto, ma è rimasto comunque senza parole: “Ma come? Si è scritta gli indizi sui foglietti come a scuola?“.