‘Dove sono oggi’, Roberto Mercandalli: “La gente mi giudica ancora male, ho rifiutato il GF Vip per paura ma sono pentito”

‘Dove Sono Oggi’, Roberto Mercandalli: “Ho rifiutato il GF Vip per paura, ma me ne sono pentito”, ecco cosa ci ha raccontato.

Roberto Mercandalli GF 8
‘Dove sono oggi’, intervista a Roberto Mercandalli del GF 8: ecco cosa ha raccontato ai nostri microfoni

Tutti lo ricordano probabilmente come il ‘cumenda’ del Grande Fratello 8, ma Roberto Mercandalli è anche molto altro e lo ha dimostrato nell’intervista rilasciata ai nostri microfoni. Nel 2008 partecipò al GF e di quella edizione è sicuramente uno dei personaggi che più sono rimasti nel cuore e nei ricordi del pubblico. Amante dell’alta moda e della sartoria napoletana, ‘cultore dell’eccellenza’, come lui stesso si è definito, nella casa più spiata d’Italia portò tutto il suo stile e la sua eleganza, nel vestire e nei modi, anche se non mancarono per lui le critiche e i giudizi negativi.

Leggi anche –> ‘Dove Sono Oggi’, Noemi Ceccacci: “Maria De Filippi è un genio. Ora farei il Grande Fratello”

Ricorderete, infatti, il suo flirt con Lina Carcuro, anche lei concorrente di quella edizione. All’epoca, però, Roberto aveva una fidanzata, Elena, e molti non gradirono il tradimento davanti alle telecamere e il modo in cui lui raccontò alcuni dettagli del suo flirt con Lina agli altri inquilini della casa. Di questo e della sua vita di oggi Roberto ha parlato ai nostri microfoni, raccontandoci anche i suoi progetti per il futuro, tra i quali c’è il matrimonio con la sua compagna Valentina Bandi, che nel 2015 lo ha reso papà del piccolo Tancredi.

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui

‘Dove sono oggi’, Roberto Mercandalli del GF8: “La gente mi giudica ancora male senza conoscermi”

  • Ciao Roberto, cosa ricordi della tua esperienza al GF8? Come mai decidesti di partecipare?

“In realtà è capitato per caso. Avevo fatto il liceo classico e l’università e attraversavo un periodo sentimentale un po’ travagliato. Dopodiché è capitato che andavo in una palestra a Milano e mi hanno fermato alla reception mentre ero con un’amica. La parlata milanese, la giovane età e la passione per l’abbigliamento napoletano e l’eleganza probabilmente li hanno colpiti. Non c’era coda e ho fatto il provino più per educazione che per altro, ma poi da lì mi hanno ricontattato e ho avuto l’opportunità di prendere parte al Grande Fratello 8, che è stata per me un’esperienza molto molto piacevole. Col senno del poi posso dire che è stata una fortuna”.

  • A proposito del tuo momento sentimentale, all’epoca avevi una fidanzata da molto tempo, Elena. Cos’è successo con lei?

“Sì, al tempo stavo con Elena, che avevo conosciuto al liceo. Dopo il Grande Fratello con lei si sono interrotti i rapporti, ma io ero un po’ ‘birichino’ all’epoca. Non avevo solo Elena, ero giovane e spensierato, non avevo legami familiari, non avevo figli e quindi mi abbandonavo alle tentazioni. Non è stato il Grande Fratello a farmi lasciare con Elena”.

  • Anche nella casa, però, ti sei lasciato andare, e questo ti ha portato anche a subire delle critiche. Come l’hai vissuta?

“Sì, in tanti mi hanno tacciato per quello. Io oggi ho 40 anni e rimarco quello che ho sempre detto. Ero giovane e spensierato, sicuramente ero fidanzato e potevo evitarlo, però non penso di aver fatto niente per essere messo alla gogna. Un giovane ragazzo che si è divertito, ecco. Non avevo figli né matrimoni alle spalle. Sì, avrei potuto essere più etico, più attento, ma come dico sempre poi le cose si fanno in due e le responsabilità non sono mai solo da una parte, è sempre un ‘do ut des'”.

  • Con Lina poi c’è stato anche un seguito o non vi siete più sentiti? Oggi in che rapporti sei con i tuoi ex compagni d’avventura?

“Con Lina, a parte un lieve flirt dopo il Grande Fratello, non c’è stato un seguito sentimentale, tuttavia è rimasto un grande affetto, ci sentiamo e siamo in ottimi rapporti. Per quanto riguarda gli altri concorrenti è rimasto un legame con Gianfilippo e Mario, oltre a Lina, anche se si tratta di rapporti chiaramente non assidui”.

  • L’esperienza del Grande Fratello ti ha cambiato la vita? Se sì, in che senso?

“Il Grande Fratello è un’esperienza molto forte. Purtroppo le persone pensano che partecipare a un reality sia solo una leggerezza e sicuramente è vero, perché non si va certo in trincea, ma a livello psicologico è forte. Non parlo tanto dei giorni nella casa, perché quelli non sono altro che un rapporto di società, ma del post Grande Fratello. Almeno negli anni in cui l’ho fatto io, ci si ritrovava poi ad affrontare una fama e una notorietà che non erano frutto di un’escalation, ma erano improvvise, e questo poteva avere un effetto molto forte sulla pische. Entravi in una casa non essendo nessuno e uscivi che non potevi neanche più circolare in strada. C’è una privazione di libertà, c’è un’esposizione al giudizio molto enfatizzata. Poi ovviamente ci sono dei ‘pro’, come il godimento della notorietà, che è comunque un piacere e un appagamento del proprio ego. Se ci pensi, oggi molti sono lì a farsi continuamente i selfie, i video e a pubblicarli sui social, poi magari additano chi fa il GF. Alla fine il Grande Fratello è un po’ un Instagram televisivo, non cambia molto!”

  • A proposito dei social, tu non li usi particolarmente. Come mai? Che rapporto hai con questi mezzi?

“Io sono sempre stato un amante e un cultore dell’eccellenza, quindi mi piace fare le cose per bene. Sono dell’idea che ognuno debba fare ciò che sa fare, quindi mi piacerebbe un giorno accedere bene ai social seguito da persone che lo fanno di mestiere, e penso di poterlo fare presto. Ho fatto questa scelta anche perché in questi anni mi si è creata una contrapposizione tra la serietà del mio lavoro imprenditoriale e la povertà culturale delle persone che giudicano solo perché ho partecipato a un reality. Mi spiego. Io ho una piccola-media azienda italiana di sanità privata, ho mio fratello che fa il chirurgo vascolare, ma mi rimane quell’etichetta di aver partecipato al Grande Fratello. Per questo voglio fare sui social un lavoro di re-branding con persone che sono specializzate. Ho aspettato in modo tale da fare le cose per bene”.

  • Quindi, nonostante siano passati 13 anni e tu abbia fatto tutt’altro nella vita, vieni ancora etichettato negativamente per aver fatto il Grande Fratello?

“Assolutamente sì, vengo giudicato per il Grande Fratello, tra le altre cose vengo considerato una persona leggera, trash e priva di cultura. Questo senza conoscermi. Poi per fortuna col tempo ho riscontri positivi, anche perché faccio della cultura e del sapere uno dei miei piaceri primari, ma ogni volta che incontro qualcuno per la prima volta è tutto in salita. Anche perché poi ho avuto una discreta risonanza, il che da un lato è una cosa buona, ma ha anche un risvolto negativo. Mi rimane, dunque, questa risonanza, nonostante io poi sia cambiato, per sfortuna, anche fisicamente, perchè ho smesso di fumare e ho avuto un periodo di grande impegno per la crescita aziendale, quindi ho messo qualche chilo e questo mi ha portato ad essere meno riconosciuto”.

  • Questa etichetta negativa ti porta problemi nel tuo lavoro?

“Sì, perché poi sai come funziona oggi, le persone prendono il tuo biglietto da visita e cercano il tuo nome e cognome su Internet. Quello che esce è ‘Roberto Mercandalli sciupafemmine’ e pensano che io sia quello. Poi che io dia da lavorare a centinaia di persone e che io tutti i giorni sia in trincea dal punto di vista professionale per portare avanti un’azienda di sanità con il massimo dell’attenzione possibile, passa in secondo piano. Fortunatamente, però, alla fine viene fuori, la verità emerge. Pensa che un paio di anni fa gli autori del Grande Fratello mi hanno contattato per darmi la possibilità eventualmente di partecipare al GF Vip, ma la paura del giudizio e di un ambiente contrastante con quello della sanità, mi ha fatto declinare”.

Roberto Mercandalli oggi
Roberto Mercandalli in uno scatto pubblicato qualche mese fa sul suo profilo Instagram

“Ho rifiutato il GF Vip, ma mi sono pentito”, la rivelazione

  • Ti hanno contattato loro per farti tornare in tv?

“Sì, mi hanno contattato e devo dire con soddisfazione che hanno anche insistito, dicendo che mi avrebbero lasciato il posto fino alla fine, ma non me la sono sentita. Ho avuto timore per il mio lavoro, visto che ho anche contratti con partner importanti. Però poi, con l’arrivo della pandemia di Covid-19, mi sono pentito di questa decisione, perché avrei avuto bisogno di un po’ di leggerezza. Ho sempre più voglia di fregarmente e di fare quello che mi piace. E poi che gli altri giudichino!”

  • Quindi adesso saresti aperto alla possibilità di fare il GF Vip o comunque di tornare in un reality?

“Sì, in questo momento particolarmente sì, innanzitutto perché sono riuscito a strutturare l’azienda in modo tale da potermi anche assentare, e poi perché la pandemia mi ha fatto riflettere tanto. La vita è una sola e bisogna godersela”.

  • Come vivresti questa esperienza oggi, alla luce del fatto che sei più adulto e hai anche un bambino?

“In questo momento accanto a me c’è Valentina, la mia compagna, che vorrei sposare appena possibile, e Tancredi, mio figlio, che presto compirà 6 anni. Devo dire che ho una donna talmente intelligente al mio fianco e abbiamo una complicità tale che non mi preoccupo. Se dovessi partecipare a un reality adesso che ho 40 anni e sono più colto e maturo, sono sicuro che potrei dare molto di più senza mettere a rischio il valore più grande che ho, che è la mia famiglia”.