Tommaso Zorzi e Matteo Salvini, botta e risposta acceso su Instagram: cosa è successo

Botta e risposta acceso su Instagram tra Tommaso Zorzi e Matteo Salvini: è successo tutto in queste ultime ore!

tommaso zorzi matteo salvini
E’ scontro sui social tra l’influencer ed il politico: ecco cosa è successo su Instagram nelle ultime ore

Nelle ultime ore un botta e risposta avvenuto sui social tra Matteo Salvini e Tommaso Zorzi ha attirato l’attenzione di tutti. Si è acceso un forte dibattito tra l’influencer ed il politico che ha come tema principale il DDL ZAN. La norma che prende il nome dal deputato Alessandro Zan estende alle manifestazioni d’odio fondate sull’omofobia e sulla transfobia alcuni reati previsti nel codice penale. Tantissimi sono i personaggi noti dello spettacolo che supportano la legge ZAN ed oggi, il DDL, è stato sbloccato e calendarizzato al Senato. Ma cosa è successo tra Zorzi e Salvini? Dopo aver appreso la notizia sul DDL ZAN, Tommaso ha parlato ai suoi fan, citando alcuni politici, tra cui Matteo Salvini.

  • Per restare sempre aggiornato, seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI

Tommaso Zorzi e Matteo Salvini, botta e risposta acceso su Instagram: cosa è successo

Tommaso Zorzi oggi mercoledì 28 aprile nelle sue Instagram story si è rivolto a Matteo Salvini con queste parole: “E nel frattempo quell’altro là festeggia perché c’ha 100 mila firme sulla sua petizione di me**a del coprifuoco. 100 mila firme è niente. Le mie storie fanno 100 mila visualizzazioni in 20 minuti. Niente, è una disfatta“. L’influencer nella sua IG story ha aggiunto il tweet di Salvini:

Dalle IG story di Tommaso Zorzi

Non è tardata ad arrivare la replica del politico, il quale ha scritto nelle sue IG story: “Secondo l’amico Zorzi, che peraltro mi sta anche simpatico, voi 116.583 che in tre giorni avete firmato per la battaglia #nocoprifuoco per il diritto al lavoro ed alla libertà, siete NIENTE. Io sono “quell’altro là” e la raccolta firme a cui avete aderito è solo una “petizione di merda” a confronto delle sue importantissime storie Instagram. Se non rispetta me amen, gli chiedo almeno di rispettare voi e la richiesta di libertà e lavoro di migliaia di Italiani, meno fortunati di lui.

Dalle IG story di Salvini

Tommaso, a sua volta, ha aggiunto nelle sue IG story: “Caro Matthew,
la tua battaglia con la Lega per l’abolizione del coprifuoco viene descritta come una grande vittoria perché ha raccolto 100 mila firme. E bravi voi. Invece noi per le oltre 500 mile firme per il DDL Zan cosa dovremmo fare? Ballare T’Appartengo sui tacchi mentre prepariamo dei cupcake a forma di ca**o? Chiedo per un amico. Grazie”.

Dalle IG story di Zorzi

Salvini, infine, ha risposto: “Caro Tommy, io rispetto le battagli di tutti e non mi permetto di insultare nessuno, men che meno chi non conosco, come te. Ognuno può amare chi vuole, vivere con chi vuole, far l’amore e ballare con chi vuole, per fortuna. Chi discrimina o aggredisce in base al colore della pelle o alle scelte affettive, sessuali e di vita è un cretino, sempre. Anche chi insulta il prossimo in base al partito che vota o alla petizione che firma è un cretino. Pronto a offrirti un caffè quando vuoi, in serenità, per parlare di coprifuoco, di Zan, di giovani, e futuro. Pace e bene”.

dalle Ig story di Salvini