Razzo cinese fuori controllo, potrebbe colpire la Terra: a che ora è previsto l’impatto

Un Razzo cinese sembra essere fuori controllo, e potrebbe cadere sulla Terra: quali sono le aree, e a che ora è prevista la caduta.

Razzo
Razzo cinese fuori controllo: potrebbe colpire la Terra: a che ora è previsto

Negli ultimi giorni si è parlato di un razzo cinese fuori controllo, e l’attenzione subito si è accesa, dato che, gli esperti non hanno escluso la possibilità che uno o più frammenti del satellite potrebbero cadere proprio sul nostro territorio. Sul sito della protezione civile è stata apportata questa nota, per tenere informati su tale avvenimento.

Si parlerebbe di un ‘rientro incontrollato’ del secondo stadio del razzo cinese ‘Lunga marcia 5B, portato in orbita dalla Stazione spaziale cinese. Ovviamente, questa notizia, ha messo in allarme un po’ tutti, e si sta cercando di capire se questo razzo, o almeno i suoi frammenti, possano colpire aree sulla Terra, e quali ore potrebbero essere interessate: la risposta è data da Media Inaf, notiziario dell’Istituto Nazionale di Astrofisica.

Segui anche il nostro canale ufficiale instagram per essere sempre aggiornato–>> clicca qui

Razzo Cinese ‘fuori controllo’: per che ora è previsto

La notizia di un razzo cinese fuori controllo ha messo grande allarme, e la paura che potrebbe colpire zone della Terra, ha creato certi timori. Per questo, a dare risposta a questa questione, è stato il Notiziario dell’Istituto Nazionale di Astrofisica:

“Secondo i dati attuali, il Lunga Marcia sta percorrendo un’orbita bassa, perderà progressivamente velocità, e raggiunta una quota pari a circa 80 km, verrà surriscaldato e frantumato dalla maggiore densità dell’atmosfera terrestre, trasformandosi in una serie di meteore. Tuttavia, alcuni componenti potrebbero resistere, e arrivare a toccare la superficie terrestre”.

L’ipotesi è quella che questi frammenti possano colpire la terra domenica 9 maggio, dato che il rientro è previsto per le ore 2 e 24, con un margine temprale di incertezza di 6 ore; si tratta ovviamente soltanto di un’ipotesi, al momento non c’è sicurezza, dato che potrebbe variare. In Italia, le regioni che potrebbero essere interessate da questi frammenti sono: Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia, e Sardegna. Solo nelle prossime ore si avrà maggiore certezza. Ma l’istituto ha anche rassicurato, sostenendo che sono molto basse le probabilità che questi frammenti possano colpite una zona abitata.