Covid, risale l’indice Rt: le regioni a rischio zona arancione

I dati rivelano una risalita dell’indice Rt che descrive il tasso di contagiosità del Covid: molte regioni rischiano la zona arancione.

Covid indice Rt
Covid, risale l’indice Rt: le regioni a rischio di tornare in zona arancione (Pixabay)

A partire da oggi, lunedì 10 maggio, quasi tutta Italia è in zona gialla: solo la Sicilia, la Sardegna e la Valle d’Aosta si trovano al momento ancora in area arancione. Un dato certamente positivo, ma che potrebbe essere rimesso in discussione a breve. I dati sulla curva epidemiologica evidenziano un miglioramento e a dimostrazione di ciò si aggiungono anche il calo dei ricoveri per Covid e del numero dei posti letto occupati in terapia intensiva.

Leggi anche—>>“Il Covid uccide solo gli anziani. I miei nonni? Muoiano pure”: intervista choc

In base agli ultimi dati registrati però, si è visto che l’indice Rt starebbe risalendo in molte Regioni. Se si dovesse raggiungere il valore 1 – limite massimo oltre il quale scattare la zona arancione – molte regioni saranno declassate a zona arancione. Un’indicazione, quella dell’Rt, che da sola non basta a determinare un passaggio del genere, ma il pericolo esiste. Vediamo nel dettaglio quali sono le regioni maggiormente in pericolo.

Segui anche la nostra pagina Instagram—>>clicca qui

Covid, la risalita dell’indice Rt mette in pericolo la zona gialla per molte regioni

Com’è facilmente prevedibile, le regioni che potrebbero ripiombare in zona arancione sono quelle più abitate: Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia e Veneto. C’è da dire che gli ultimi dati settimanali rilevavano i valori peggiori di Rt per Bolzano con 1,07 e Molise con 1,25. Nonostante ciò, entrambe sono rimaste in area gialla in considerazione del rischio basso o moderato.

Vediamo adesso quali regioni hanno un Rt pericolosamente vicino all’1: Emilia-Romagna 0,92; Lazio 0,91; Liguria 0,96; Lombardia 0,92; Marche 0,94; Trento 0,97; Umbria 0,93; Veneto 0,95. Anche la Puglia, la Toscana e la Campania hanno dei valori molto vicini all’1, però in questo caso il dato è in discesa e quindi meno allarmante.

Covid indice Rt
Covid, risale l’indice Rt: le regioni che potrebbero tornare zona arancione (Pixabay)

Le regioni stanno chiedendo che si dia meno importanza all’indice Rt. “Un indice da tenere in considerazione è l’Rt ospedaliero: fa capire se aumentano o diminuiscono le richieste di ospedalizzazione ed è un indicatore che può dare un segnale importante e non dà una visione distorta”, ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni Massimo Fedriga.