Tortolì, Mirko Farci ucciso per difendere la mamma: “Difendere gli altri era il tuo motto”, parla la professoressa

La professoressa di Mirko Farci ha scritto una lettera d’addio per il giovane ucciso a Tortolì. Provava a difendere la mamma dall’ex compagno. 

mirko farci tortolì
Parla l’insegnante di Mirko Farci (fonte foto Facebook)

Una terribile tragedia si è verificata negli ultimi giorni a Tortolì, in provincia di Nuoro, in Sardegna. Mirko Farci, un giovane 19 enne, è stato ucciso mentre provava a difendere la mamma dalle violenze dell’ex compagno. Masih Shahid, 29enne pakistano, si è introdotto nella casa di Paola Piras, sua ex, per aggredirla. La donna è stata colpita da oltre 15 coltellate ai reni, al volto, alla trachea, all’addome: Mirko, il figlio, è intervenuto per difenderla. Ha coperto il corpo della mamma ma per lui i colpi sono stati fatali. Il giovane 19enne passato a miglior vita ha lasciato un enorme vuoto nella città. Al momento dell’arresto di Masih Shahid, una folla inferocita si è accalcata fuori la questura con minacce di morte per l’uomo killer. A parlare ora è la professoressa del giovane Mirko.

Leggi anche Tortolì, Mirko Farci morto per salvare la vita alla mamma: la donna è stata aggredita dall’ex

Tortolì, Mirko Farci ucciso per difendere la mamma: “Difendere gli altri era il tuo motto”, parla la professoressa

La professoressa di Mirko Farci che frequentava l’Istituto tecnico Ianas ha ricordato il suo giovane alunno, passato a miglior vita. Luisa Usala è il nome della docente che su Facebook ha scritto una lettera:
“Sei stato un alunno meraviglioso. Buono gentile, sempre sorridente e bello. Mi dicesti che tu a casa ci stavi davvero bene, ed è proprio lì che ti ha tolto la serenità quel mostro che altro non può chiamarsi….difendere gli altri era il tuo motto è te lo sei portato addosso sino ad oggi e per sempre…..Oggi vestiamo un lutto così grande e profondo, a scuola tutti a stare in un silenzio assordante, tutti uniti nel dolore e nel rispetto, tutti ad avere un cuore logorato da questo mondo così strano che dal bello in un attimo passa al crudele. Tutti a pregare e meditare, a capire perché tutto ci sembri spesso così lontano da noi ma molte volte è più vicino di quanto si pensi….non si può giustificare un atto così vile e mostruoso, oggi piangiamo un grande, un ragazzo speciale da sempre…..OGGI PIANGO PER TE CHE SEI STATO TRA GLI ALUNNI PIU’ RISPETTOSI E GENTILI, BUONI E FIDUCIOSI NELLA VITA, VOLENTEROSI E AMATO DA TUTTI, Oggi e’ un BRUTTO GIORNO. DIO confido in te, aiuta la mamma che alla vita rimane attaccata per un filo, aiuta il fratellino, i nonni, gli zii e la zia Stefania. Aiutaci a superare questo momento tragicamente indescrivibile. RIP. Ciao Mirko