Denise Pipitone, l’ex pm Angioni a Mattino Cinque: “Battista Della Chiave testimone attendibile”

Denise Pipitone, nel corso della puntata odierna di Mattino Cinque, è intervenuta l’ex pm Angioni: cosa ha rivelato a Federica Panicucci.

Denise Pipitone ex pm Angioni
L’ex pm Angioni a Mattino Cinque sul caso Denise Pipitone. Fonte Foto: screenshot video

Questi ultimi giorni, lo sappiamo benissimo, sono dei giorni particolarmente intensi per il caso Denise Pipitone. Riaperto dopo ben 17 anni, sembrerebbe che sia arrivato quasi il punto di svolta. Anche perché, lo sappiamo benissimo, in queste ultime ore sta accadendo davvero di tutto. A partire dalla lettera anonima recapitata a Giacomo Frazzitta fino alla “scoperta” del garage e le dichiarazioni dell’ex vicina di Anna Corona, stiamo assistendo a dei grossissimi colpi di scena.

A distanza di pochissime ore dalle dichiarazioni di Giacomo Frazzitta a Domenica In, il quale offre un nuovo “scenario”, tocca all’ex pm Angioni svelare qualche piccolo dettaglio in più sul caso Denise Pipitone. Oltre a ritenere la testimonianza di Battista Della Chiave più che attendibile, la dottoressa ha rivelato delle importanti novità in diretta televisiva. Di che cosa stiamo parlando esattamente? Scopriamole nel minimo dettaglio.

Segui anche il nostro canale Instagram –> clicca qui

Denise Pipitone, l’ex pm Angioni a Mattino Cinque: “Più persone hanno collaborato”

Nel corso del suo recentissimo intervento a Mattino Cinque, l’ex pm Angioni, incaricata di seguire il caso Denise Pipitone da Ottobre del 2004, quindi qualche mese dopo la scomparsa della piccola da Mazara Del Vallo, fino a Luglio del 2005, non soltanto ha parlato della testimonianza, recentemente reinterpretata, di Battista Della Chiave, ma si è lasciata andare a delle importanti novità. E, sia chiaro, è la stessa Federica Panicucci a sottolinearlo. Cerchiamo, però, di capire quali sono esattamente le dichiarazioni della dottoressa Angioni.

In merito alle parole del testimone Dalla Chiave, l’ex Pm Angioni le ha ritenute più che attendibili. E, soprattutto, ha definito il racconto del buon Battista, adesso deceduto, davvero verosimile. Ma non è affatto finita qui. A detta della dottoressa, infatti, ci sarebbero più persone che avrebbero collaborato alla scomparsa della piccola Denise. “Nei luoghi attorno a dove si trovava Denise nel giorno del rapimento, c’è un sacco di gente. Tante persone, tutte rientrati nella cerchia della famiglia allargata, c’erano ed hanno fatto qualcosa di sospetto”, ha detto la dottoressa a Federica Panicucci. Svelando che è stato proprio questo a complicare le indagini. “Non è che detto che quei due signori che hanno preso la bambina e l’hanno messa nella barca a remi, abbiano fatto tutto. Non sappiamo chi ha preso Denise”, ha continuato a dire. Sottolineando, inoltre, la sua ipotesi che vede più persone coinvolte. “Ho maturato un’ipotesi: ci sono stati due gruppi di persone. Quelle “cattive” e quelle “buone”. Qualcuno avrà visto la bambina essere presa ed è possibile che queste “sentinelle” abbiano mandato un messaggio ad altre persone, che volevano bene alla bambina, e che sono intervenute prelevandola”, ha detto ancora.

Denise Pipitone ex pm Angioni
Fonte Foto: screenshot video

Insomma, delle rivelazioni davvero sconcertanti. E che, com’è giusto che sia, hanno lasciato interdetti davvero tutti. Cosa succederà ancora? E, soprattutto, quando si potrà porre la parole fine al caso? Al momento, non lo sappiamo!