Rita Dalla Chiesa, grave lutto: “Quanto bene ci hai voluto”, messaggio straziante

Un grave lutto ha colpito la famiglia di Rita Dalla Chiesa: la conduttrice saluta sui social Emù, le parole sono strazianti.

dalla chiesa
Grave lutto per Rita Dalla Chiesa: parole strazianti sui social

Uno spiacevole lutto ha colpito Rita Dalla Chiesa, giornalista e conduttrice italiana, e la sua famiglia. Si è spenta dopo una lunga malattia Emilia Cestelli, moglie di Nando Dalla Chiesa. La notizia arriva dal profilo Instagram di Rita che ha scritto parole strazianti nel ricordare e salutare sua cognata. Nelle IG story, Dalla Chiesa ha scritto come testo su una foto di Emilia: “Ciao Emù. Quanto sei stata grande, sempre. E quando bene ci hai voluto. E quanto hai amato Nando“. Rita ha inoltre commosso tutti con un post: uno scatto di suo fratello e la moglie che si abbracciano da dietro è accompagnato da una didascalia che mette i brividi.

Leggi anche Rita Dalla Chiesa, dolorosa perdita: ‘Rimarrai nel cuore

Rita Dalla Chiesa, grave lutto: “Quanto bene ci hai voluto”, messaggio straziante

E’ passata a miglior vita la cognata di Rita Dalla Chiesa, Emilia Cestelli. Era la moglie di Nando Dalla Chiesa, fratello di Rita, ed ha lasciato un vuoto enorme nella famiglia. E’ la giornalista e conduttrice televisiva a dare la triste notizia: un post su Instagram ha commosso tutti per le parole strazianti. Vediamo una fotografia di Nando e sua moglie che si abbracciano. “Eravamo in vacanza a Sellia Marina, due anni fa. Li ho sorpresi al tramonto, di spalle, abbracciati, mentre guardavano il mare. Loro, Nando e Emilia, il “professore” e “la Biondina”, hanno vissuto una storia di amore vero lunga 51 anni. Sempre abbracciati… Sempre complici. L’uno la forza dell’altra” scrive Rita Dalla Chiesa. La giornalista prosegue raccontando le gioie e le difficoltà vissute dalla coppia composta da ‘due persone intrecciate d’amore’.

Non era solo mia cognata, Emu’. Era la quarta figlia di mio padre e mia madre, che l’hanno adorata. Stamattina, dopo una malattia divorante, feroce, Emilia ha dovuto lasciare quell’abbraccio che è’ stato la sua casa per tutta la vita. Ed è andata verso il mare da sola. A noi ha lasciato la grande eredità di avere lottato per ogni suo respiro. E lei e’ arrivata, finalmente,in fondo all’orizzonte che guardava con il suo Prof quella sera di due anni fa. Grazie, Emu’, per tutto quello che ci hai regalato. Anche questo dolore, che si aggiunge ai troppi che la nostra famiglia ha già’ vissuto” conclude Rita.