Ludovica Sannazzaro, “La mia vita in un castello”: chi è la giovanissima tiktoker che spopola sul web

The Castle Diary, è così che si chiama il seguitissimo profilo TikTok: Ludovica Sannazzaro ci ha raccontato la sua vita in un castello.

Ludovica Sannazzaro
Ludovica Sannazzaro, “La mia vita in un castello”: chi è la tiktoker che spopola sul web (Instagram)

Di influencer ne è pieno il mondo del web, ma non tutti sanno costruirsi una loro personalissima identità: Ludovica Sannazzaro ci è riuscita benissimo mostrando ai suoi 400000 follower su TikTok com’è vivere davvero in un castello. Solo 19 anni ma capace di diventare uno di fenomeni più interessanti del web: questa ragazza piemontese accompagna i suoi seguaci in un viaggio virtuale nel castello medievale che dal 1163 appartiene alla sua famiglia e in cui abita sin da bambina. Il maniero è ubicato a Giarole, in provincia di Alessandria: scopriamone di più proprio insieme a Ludovica che ha gentilmente concesso un’intervista a noi di SoloGossip.

Ciao Ludovica: abbiamo trovato molto interessante ciò che proponi sul web, non è da tutti un profilo TikTok così originale! Raccontaci com’è nata questa idea.

<<Mi sono trasferita a New York ad ottobre del 2020 perché sono stata presa all’ADDA (American Musical and Dramatic Academy). Purtroppo, causa Covid, sono dovuta ritornare in Italia a gennaio e sto ancora frequentando le lezioni online col fuso orario americano. Essendo impegnata di notte, volevo trovare qualcosa da fare durante il giorno. Non potendo vedere i miei amici a causa del lockdown, un paio di mesi fa ho deciso di aprire questo profilo TikTok. Si tratta di un’idea nata anche per promuovere l’attività turistica di famiglia perché questo castello offre anche visite guidate, abbiamo anche un bed&breakfast e ospitiamo eventi di vario genere>>.

Qual è stato il tuo percorso di studi prima di trasferirti a New York?

<<Ho frequentato il Liceo Germana Erba di Torino: si tratta di un liceo teatrale e scenografico, è qualcosa che amo da sempre. Sin da quand’ero piccola amavo il mondo della musica, delle arti performative. Ho studiato vari stili di danza, ma la mia passione più grande è in assoluto il canto. Da quando ho iniziato il liceo ho cominciato a studiare recitazione e non ho mai cambiato idea riguardo al mio percorso di studi. Mi sono diplomata l’anno scorso, in piena pandemia>>.

Sarà stato un esame particolare considerando il periodo.

<<La nostra seconda prova normalmente riguardava un progetto di scenografia: in questa situazione abbiamo dovuto crearlo a casa e spiegarlo. Il tema è diventato un’analisi del testo da fare al momento, mentre per l’orale ti davano uno spunto di qualunque genere e tu dovevi collegarlo a tutte le materie: a me hanno dato una frase de Il dottor Jekill e Mr Hyde>>.

Tu vivi con i tuoi al castello?

<<Sì, vivo qui con la mia famiglia. Mio padre lo ha ereditato nel 1986 e nel 2006 i miei hanno deciso di trasferirvisi definitivamente. All’epoca avevo circa quattro anni e mezzo e decisero di aprire l’attività turistica e di prendere in mano anche l’azienda agricola. Ora per fortuna abbiamo ottenuto il permesso di riaprire il bed&breakfast e riprendere le visite guidate. A causa del Covid abbiamo dovuto chiudere per quasi un anno>>.

Un dettaglio interessante del tuo profilo è che ti si vede anche in abiti d’epoca.

<<Gli abiti femminili, storici, sono fragilissimi: quando ci siamo trasferiti qui erano praticamente tutti distrutti. Moltissimi degli abiti che vedi sono quelli che mia mamma ha ridisegnato sullo stile dell’epoca e ha creato usando delle vecchie stoffe trovate in casa. In realtà sono nati con l’idea di utilizzarli in uno spettacolo realizzato ad ottobre 2019 con la mia scuola, Maria Stuarda. Mia mamma però non riuscì a terminarli in tempo per lo spettacolo e abbiamo deciso di esporli nel castello. Si sono rivelati utili per il mio account>>.

Da quante stanze è formato il castello?

<<Dovrebbero essere circa 45 esclusi i bagni>>.

Hai fratelli, sorelle?

<<Ho un fratello molto più grande, Andrea, di 33 anni, che vive qui ma nell’appartamento di fianco al castello. Lì prima c’erano le scuderie>>.

Hai raccontato di aver vissuto fenomeni paranormali all’interno del maniero.

<<Tantissimi! Sono successe molte cose divertenti, sono perfino venuti i ghostbusters da noi. E’ stato abbastanza inquietante, avevo anche invitato degli amici: gli acchiappafantasmi hanno fatto delle indagini con i loro macchinari per rilevare i movimenti, le voci impercettibili e sono riusciti a trovare una cosa molto interessante. Hanno registrato la voce di un bambino all’interno della scala della torre e quando sono tornati la seconda volta sono riusciti a fare la foto di un altro fantasma che appariva nel riflesso di una finestra. E’ tutto documentato su Youtube. Oltre agli acchiappafantasmi c’era anche un medium che ci ha detto che si tratta di presenze benefiche, un po’ dispettose ma sempre bonarie!>>.

Qualcuno ha sollevato delle polemiche circa profili social come il tuo: c’è chi sostiene che mostrare i dettagli di una vita particolare rispetto a quella degli altri sia un’ostentazione. Cosa rispondi?

<<Il punto è che per me questa è casa mia, non è ‘il castello’. La pagina che ho aperto è stata anche per me un modo per conoscere meglio questo posto. E’ una scoperta continua per me e spero per gli altri>>.

E qual è la scoperta che ti ha sorpresa di più del castello?

<<La cosa che mi ha colpita di più è stato l’archivio. Mio padre durante il lockdown l’anno scorso si è dedicato a metterlo in ordine. Ha iniziato a catalogare tutti i documenti, un lavoro lunghissimo. Fino ad allora non ero mai riuscita a vedere effettivamente cosa ci fosse in quei documenti. Papà mi ha mostrato quello più antico, risalente al 1292. Mi ha fatto vedere diverse miniature, gli inviti per la famiglia al Quirinale, al battesimo di Vittorio Emanuele. Ogni volta per me è un’emozione. Ho scoperto anche una piccola botola nell’antisala da ballo che serviva per origliare le conversazioni, insomma mi diverto tantissimo!>>.

Ti piacerebbe un futuro in tv?

<<Il mio sogno più grande è diventare attrice di musical, a settembre spero di tornare a New York. Io voglio occuparmi di arti performative: che sia su un palco, come cantante o in tv, le amo tutte!>>.

Ludovica Sannazzaro
Ludovica Sannazzaro, “La mia vita in un castello”: chi è la giovanissima tiktoker che conquista il web (Instagram)

Se non lo avete ancora fatto, correte a visitare The Castle Diary su TikTok, ve ne innamorerete! E, naturalmente, potete seguire Ludovica anche sul suo profilo Instagram.