È primo violino alla Scala di Milano: la sua bellezza vi lascerà senza fiato

Si chiama Laura Marzadori, è primo violino alla Scala di Milano e la sua bellezza è sconvolgente: ecco chi è

laura marzadori
Laura Marzadori, chi è il primo violino della Scala di Milano: bellezza sconvolgente (Fonte: Instagram)

Laura Marzadori è nata a Bologna il 9 gennaio 1989 ed è primo violino alla Scala di Milano. Si è imposta giovanissima all’attenzione di pubblico e critica vincendo a soli 16 anni il più importante concorso violinistico nazionale: il Premio “Città di Vittorio Veneto”. A soli 25 anni, inoltre, ha vinto il concorso internazionale per primo violino di spalla dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano con giudizio unanime della commissione presieduta da Daniel Barenboim. Con questo ruolo ha collaborato con i più grandi direttori al mondo tra i quali Daniel Barenboim, Riccardo Chailly, Daniele Gatti, Daniel Harding e tanti altri ancora. Oltre all’impegno alla Scala prosegue nell’attività solistica, collaborando con direttori di fama internazionale.

Ha due sorelle, Sara e Irene, con le quali nel 2007 ha fondato il trio delle Sorelle Marzadori, con cui si cimenta nel miglior repertorio per trio d’archi ricercando e proponendo anche brani meno eseguiti.

Oltre ad essere una delle violiniste migliori in Italia, Laura è dotata anche di una bellezza mozzafiato. È molto attiva sui social, in particolare su Instagram, dove può contare su più di centomila seguaci.

Chi è Laura Marzadori

La Marzadori è primo violino alla Scala di Milano ed è tra le violiniste più brave in Italia. Nel corso della sua carriera – come abbiamo già sottolineato – ha collaborato con artisti di caratura internazionale. La violinista potrebbe presto affermarsi sulla scena mondiale come una delle più brave in assoluto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Laura Marzadori (@laura_marzadori)


Oltre ad essere una delle più brave violiniste del nostro paese, la Marzadori è anche una bellissima donna. In un’intervista rilasciata di recente a Vanity Fair, il primo violino della Scala ha rivelato: “Mi sento bella se mi sento bene anche con gli altri, non mi voglio omologare. Tutte noi dobbiamo lasciare emergere la nostra bellezza, unica e speciale. Se la tiriamo fuori con forza e passione, i nostri desideri si avvereranno”.

Come abbiamo detto è molto attiva sui social, dove spesso si concede foto in costume: “Sono convinta che una donna non debba svilirsi o vincolarsi a certi stilemi, per paura del giudizio altrui“.