Caso Denise Pipitone, parla l’ex collega di Anna Corona: “Quella firma l’ho messa io”

Caso Denise Pipitone, l’ex collega di Anna Corona parla ai microfoni de La vita in diretta: “Ho messo io la firma”.

Caso Pipitone
Solo adesso è stato svelato, parla l’ex collega di Anna Corona

Il caso Denise Pipitone è stato riaperto, dopo circa 17 anni, l’attenzione si è riaccesa intorno a questa vicenda dopo la segnalazione dalla Russia di una ragazza arrivata in una trasmissione per cercare di ritrovare sua madre. Molti speravano che potesse essere proprio la piccola Denise, ma Olesya, questo il nome della 21enne, non è Denise, il test del Dna ha portato ad una non compatibilità. Le indagini sono proseguite, e nuovi risvolti hanno interessato il caso. A Chi l’ha visto?, nel corso di queste settimane, sono spuntate fuori forti dichiarazioni, e a destare grande attenzione l’arrivo di una lettera anonima giunta all’avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, che si occupa del caso.

Ma proprio negli ultimi giorni, c’è stata una clamorosa svolta. Infatti, a Quarto Grado, c’è stata una rivelazione fondamentale, sembrerebbe, infatti, che ci siano due indagati nel caso, Anna Corona e Giuseppe Della Chiave, il nipote dell’anziano sordomuto che ha raccontato di aver visto la piccola Denise insieme a suo nipote, nel giorno della sua scomparsa. Nella giornata odierna, A Storie Italiane è stato mandato un video in cui l’amica di Anna Corona intervistata ieri da La vita in diretta, ha raccontato un nuovo tassello importante.

Denise Pipitone, l’ex collega di Anna Corona confessa: “Ho messo io la firma”

Dopo circa diciassette anni, il caso Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara Del Vallo, nel 2004, è stato riaperto. L’attenzione è stata posta dopo una segnalazione dalla Russia, di una ragazza in cerca di sua madre. Successivamente, dopo la non compatibilità del Test del Dna, le indagini sono proseguite. Nella giornata odierna, a Storie Italiane è stato mandato un servizio in cui si vede l’ex collega di Anna Corona: ecco cosa ha raccontato Francesca.

Intervistata da La Vita in diretta, una ex collega di lavoro della ex moglie di Pietro Pulizzi, ha confessato di aver messo lei la firma nel registro delle presenze la stessa mattina della sparizione della piccola. Un fatto questo che è stato svelato proprio ieri. Non solo, il procuratore Di Pisa ha parlato di Firma falsa, sostenendo che Anna Corona quel giorno non era a lavoro.