Mottarone, strage della funivia: “Eitan è sveglio”, l’annuncio sul bambino sopravvissuto

Il piccolo Eitan Biran, unico sopravvissuto nella strage della funivia che collega Stresa con il Mottarone, è sveglio. L’annuncio.

eitan strage funivia
Il piccolo Eitan si è svegliato: l’annuncio

La strage della funivia che collega Stresa con il Mottarone è accaduta la mattina del 23 maggio. La fune traente dell’impianto ha ceduto ed ha causato la caduta di una delle cabine in transito: sono morte sul colpo 14 persone, un bambino di 5 anni è rimasto gravemente ferito. Eitan Biran è l’unico sopravvissuto all’incidente: dopo esser stato in coma, finalmente si è svegliato. La magnifica notizia arriva dal portale dell’ANSA.

Leggi anche Strage Mottarone, i passi per il recupero di Eitan: nessuna bugia, come sarà affrontato il suo percorso

Mottarone, strage della funivia: “Eitan è sveglio”, l’annuncio sul bambino sopravvissuto

Il bambino unico sopravvissuto alla strage della funivia che collega Stresa con il Mottarone si è svegliato. Eitan Biran si è svegliato dopo il coma ed ha parlato con la sua zia, Aya. A riportare la notizia è il portale dell’ANSA. I sanitari dell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino, dove il piccolo di 5 anni è ricoverato, si legge, fanno sapere che Eitan è sveglio e cosciente nel Reparto di Rianimazione. “Dal punto di vista clinico è sempre in prognosi riservata, dovuta al trauma toracico e addominale oltre che alle fratture agli arti. Nei prossimi giorni uscirà dalla Rianimazione e verrà trasferito in un reparto di degenza”.

Vicino a lui ci sono la zia Aya e la dottoressa Marina Bertolotti, psicologa, che sta lavorando con la sua equipe per evitare che il bimbo possa riportare traumi al suo risveglio.

  • Per restare sempre aggiornato, seguici anche sul nostro canale ufficiale di Instagram —–> CLICCA QUI

I funerali della famiglia di Eitan

Si sono svolti in un villaggio del nord di Israele le esequie della famiglia Biran. Il padre Amit, la moglie Tal e il figlio Tom sono morti sul colpo nella tragedia della funivia. La famiglia di origini israeliana viveva a Pavia: Amit Biran, 30 anni era uno studente di Medicina, la moglie Tal Peleg era una psicologa. Nell’incidente ha perso la vita anche il figlioletto Tom di 2 anni. L’altro figlio Eitan, 5 anni, unico sopravvissuto, è ricoverato all’ospedale Regina Margherita di Torino.