Coronavirus, clamoroso annuncio: succederà dal 3 giugno in Italia

Arriva un clamoroso annuncio sul Coronavirus: dal 3 giugno il vaccino sarà somministrato a tutte le fasce d’età

coronavirus 3 giugno
Coronavirus, succederà dal 3 giugno: l’annuncio di Figliuolo (Fonte: Screen YouTube)

La pandemia di Covid-19 continua a condizionare la vita degli abitanti della terra. Anche in Italia, il virus continua a circolare, anche se in quantità minore rispetto ai mesi precedenti. Da quando la campagna vaccinale ha subito un’accelerata, infatti, i ricoveri sono diminuiti, mentre restano più o meno stabili i decessi.  Anche il numero dei contagi nelle ultime settimane è calato leggermente, ma bisogna tenere sempre alta l’allerta. Le varianti, infatti, sono delle costanti impazzite e potrebbero rappresentare un problema per l’intero paese.

L’unica arma per combattere la pandemia è, come abbiamo già sottolineato, il vaccino. La campagna vaccinale è iniziata in tutta Europa il 27 dicembre 2020. L’Italia all’inizio è andata abbastanza a rilento, ma adesso sta accelerando per raggiungere gli altri paese. Il governo spera di poter vaccinare la maggior parte della popolazione entro l’estate o al più tardi a settembre. In questo modo si raggiungerà l’immunità di gregge e si potrà tornare alla normalità.

Coronavirus, l’annuncio: succederà dal 3 giugno

La campagna vaccinale procede spedita in tutto il paese. In primis sono stati vaccinati gli operatori sanitari, da sempre in prima linea nella lotta al virus; poi è stata la volta degli operatori scolastici, degli anziani, delle persone con patologie gravi ed infine si sta proseguendo per fasce d’età. Dopo gli over 60 è stato il turno degli over 50, che nei prossimi giorni riceveranno la seconda dose. È in arrivo però un clamoroso annuncio che cambierà la storia di questa terribile pandemia.

Dal 3 giugno vaccino per tutte le fasce d’età

La campagna vaccinale infatti subirà una nuova accelerazione nel nostro paese. A partire da giovedì 3 giugno, Regioni e Province autonome potranno aprire le vaccinazioni a tutte le classi d’età seguendo il Piano vaccinale. Ad annunciarlo è stato oggi il commissario per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo durante la visita in Umbria. Il commissario ha poi aggiunto che potranno essere utilizzati “tutti i punti di somministrazione, anche quelli aziendali. L’unico intoppo è che le dosi saranno 20 milioni e dovranno essere dunque le Regioni a regolarsi ed evitare la rincorsa a chiederne di più. “Grazie all’intervento del presidente del Consiglio siamo riusciti a ottenere questo” – ha dichiarato Figliuolo – “non è tantissimo ma era comunque impensabile anche nelle previsioni più rosee di 2-3 mesi fa”.

Secondo il commissario “è molto probabile che da inizio prossima settimana anche l’Aifa darà il via libera ai vaccini dai 12 ai 15 anni, circa 2,3 milioni di ragazzi, che erano già stati previsti a marzo nel Piano”.